Tiscali.it
SEGUICI

Influenza 2024, cosa dobbiamo aspettarci?

Influenza, Covid e virus Rsv: ti raccontiamo i principali virus in circolazione nella stagione invernale — di Ilaria Marciano

di La Svolta   
Influenza 2024, cosa dobbiamo aspettarci?

L’inverno sta arrivando, e l’Italia si trova ad affrontare una sfida impegnativa dovuta alla persistenza del virus influenzale e alla diffusione delle varianti di Covid-19, tra cui la Xbb, nota anche come Kraken, e altre varianti come Eris e Pirola, che portano con sé mutamenti che aumentano la loro capacità di diffusione.

In questo panorama, un altro protagonista della stagione è il virus Rsv, respiratorio sincinziale, che colpisce prevalentemente i bambini e gli anziani immunocomrpomessi. E la simultaneità di questi 3 virus rende la diagnosi differenziale un compito difficile, perché molti sintomi si sovrappongono. Ma che cosa dobbiamo aspettarci?

Secondo gli esperti, le previsioni per il numero di casi di infezione e malattia influenzale sono intrise di incertezza. Se l’anno scorso si è assistito a un picco significativo di casi di sindrome simil-influenzale, che ha colpito circa 13 milioni di persone, fare pronostici è difficile.

Il rapporto RespiVirNet

A fare un po’ di chiarezza in più il recente report RespiVirNet, relativo alla stagione influenzale 2023-2024. Nonostante i casi di influenza stagionale siano ancora sporadici grazie alle temperature più miti, il Covid-19 conferma la sua presenza, con un numero significativo di casi seppur con sintomi più lievi.

Ma, nel complesso, i dati raccolti nella settimana tra i 6 e il 12 novembre indicano un aumento notevole rispetto alla stagione precedente, coinvolgendo diversi virus respiratori: si stima che ci siano stati circa 375.000 casi di sindromi simil-influenzali, portando il totale a 1.264.000 dall’inizio della sorveglianza.

I maggiormente colpiti risultano essere i bambini al di sotto dei 5 anni, con un tasso di 12,3 casi per 1.000 assistiti: tutte le Regioni, a eccezione di Friuli-Venezia Giulia, Umbria, Molise, Campania e Sardegna registrano un livello di incidenza superiore alla soglia basale.

Il rapporto specifica che nel complesso l’incidenza è aumentata rispetto alle settimane precedenti, con un incremento che coinvolge tutte le fasce di età, anche se con nette differenziazioni. La distribuzione per età, infatti, mostra come detto un’incidenza maggiore nei bambini più piccoli, con una percentuale di 16 casi ogni 1.000 assistiti nella fascia 0-4 anni.

Per la fascia 5-14 l’incidenza è di 5,89, mentre per gli individui di età compresa tra i 15 e i 64 anni è di 8,20; infine, per coloro di età pari o superiore a 65 anni è di 5,17 casi per 1000 assistiti.

Secondo il rapporto, dunque, nonostante la curva epidemica mostri valori sopra la soglia, essi sono inferiori rispetto alle stagioni precedenti (2022-2023), indicando una diffusione contenuta delle sindromi simil-influenzali. Ma resta cruciale continuare a seguire le indicazioni delle autorità sanitarie per mitigare la diffusione di virus respiratori, garantendo la salute della popolazione.

di La Svolta   

I più recenti

Nel 2023 i Governi di 25 Paesi hanno preso di mira critici in esilio
Nel 2023 i Governi di 25 Paesi hanno preso di mira critici in esilio
Camerun: il “villaggio dell’amore” supporta le persone con disturbi mentali
Camerun: il “villaggio dell’amore” supporta le persone con disturbi mentali
Lavoro: la Gen Z non teme il part time (a differenza dei Millennials)
Lavoro: la Gen Z non teme il part time (a differenza dei Millennials)
Usa: perché la crisi degli oppioidi non migliora?
Usa: perché la crisi degli oppioidi non migliora?

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...