No-vax e democrazia. «La madre dei cretini è sempre incinta». Ma c’è l’aborto terapeutico

No-vax e democrazia. «La madre dei cretini è sempre incinta». Ma c’è l’aborto terapeutico

(Pikos) — «Maledetti, questa volta non andrà secondo i vostri piani, preparatevi al peggio». Parola di un gruppo No-vax via Telegram. Anche questo è il prezzo che si paga alla democrazia online. In un panorama di pandemia e di galoppanti varianti sempre più difficili da fronteggiare, 27.000 esaltati, approfittando dell’altra democrazia (quella reale che fortunatamente consente a tutti i cittadini la libertà d’opinione), pretendono di dettare legge con le minacce. Intanto, in attesa che la democrazia reale si faccia rispettare, due presidenti di Regione, Toti e Fedriga, il sindaco di Milano Sala e l’infettivologo Matteo Bassetti vivono praticamente sotto scorta. 

Purtroppo aveva ragione il grande pescarese Ennio Flaiano: «La madre dei cretini è sempre incinta»; ma anche i cretini dovrebbero sapere che per fortuna nel nostro Paese l’aborto è legge e, in caso di pericolo per la salute della puerpera, quello terapeutico è vivamente consigliato. © RIPRODUZIONE RISERVATA