Tiscali.it
SEGUICI

Meno 20. Quel che non trovate nel dibattito elettorale dei partiti, ma che serve all’Italia 

di Italia Libera   
Meno 20. Quel che non trovate nel dibattito elettorale dei partiti, ma che serve all’Italia 

Il ritmo di crescita di nuova capacità elettrica previsto negli Usa per quest’anno è impressionante: solare, più di quattro volte rispetto a giugno scorso; eolico, più del doppio e cinque volte l’accumulo con batterie. Una triplicazione di potenza aggiuntiva, dai 15 GW di giugno ai circa 45 GW previsti a fine 2022. In Italia si procede a passi di lumaca e la destra chiede “ristori, ristori” ad imprese e famiglie per 30 miliardi: non dai superprofitti delle compagnie petrolifere ma dai fondi dello Stato, tagliando i servizi pubblici

Foto sotto il titolo: La capacità elettrica da fonti rinnovabili cresce in Italia a ritmi troppo lenti

IMPRESSIONANTE IL RITMO di crescita di nuova capacità elettrica previsto negli Usa, non a breve-medio termine ma entro quest’anno! Solare, più di quattro volte rispetto a giugno scorso; eolico, più del doppio e cinque volte l’accumulo con batterie. Complessivamente, una triplicazione di potenza aggiuntiva, dai 15 GW di giugno ai circa 45 GW previsti a fine 2022 (vedi Fig. più in basso). Certo, una parte di questa performance è dovuta al gas naturale, che peraltro negli Usa è un’abbondante fonte interna, ma solo per un quinto. Se la Ue, oltre a fissare un price-cap per il gas, si desse un ritmo analogo sulle fonti rinnovabili i problemi del caro-energia inaspriti dalla guerra in Ucraina sarebbero superati in meno di un anno. 

Terna prevede per il 2022 altri 5,1 GW da fonti rinnovabili (https://www.ecodallecitta.it/energie-rinnovabili-el-2022-gia-autorizzati-impianti-per-51-gw/), appena un paio di meno all’anno degli impegni di governo. Sì, ma noi ci abbiamo le risorse interne. Come non si stanca di pigolare quel poveraccio di Cingolani, ignaro del fatto che l’Eni è un dealer mondiale sul mercato degli idrocarburi e che i suoi sovraprofitti non vengono di certo da quella turpitudine che è l’estrazione di petrolio in Val d’Agri. È nella sua veste di intermediario e commerciante che il feroce Mascellone ha lucrato decine di miliardi di sovraprofitti speculando sulla salute degli italiani e mettendo alla fame tante imprese e tante famiglie. 

Sì, ma intanto ci pensano i decreti “aiuti”, con Salvini che, con la pacata determinazione del vero statista, ripete a ogni Tg: “trenta miliardi”. Dicesse mai di prenderli, almeno in gran parte, da quei sovraprofitti. Non è servilismo al Mascellone, figuriamoci. Forse è troppo difficile capire che se i “ristori” gravano sulle risorse generali dello Stato questo comporta meno servizi e meno welfare. Di nuovo a fottere gli italiani. Ma Santo Cielo, non ci potevi mandare almeno uno che di queste cose ne capisca un po’ di più, invece di uno che salmodia come un ebete: “famiglie e imprese”? Almeno gli spiegassero che vale di più un pellegrinaggio a San Jacopo de Compostela. © RIPRODUZIONE RISERVATA

di Italia Libera   

I più recenti

1/ Lo spot nell’occhio. Dallo spazzolone alla donazione degli organi: quanti volti ha Littizzetto
1/ Lo spot nell’occhio. Dallo spazzolone alla donazione degli organi: quanti volti ha Littizzetto
Strage nella centrale di Bargi. Si cercano ancora i dispersi ma i responsabili si conoscono già: i committenti
Strage nella centrale di Bargi. Si cercano ancora i dispersi ma i responsabili si conoscono già: i committenti
“Sotto l’acqua”: borghi affondati, borghi salvati. Se il prezzo dell’energia sommerge la storia “minuscola”
“Sotto l’acqua”: borghi affondati, borghi salvati. Se il prezzo dell’energia sommerge la storia “minuscola”
L’Hub del gas in Sicilia lega il Sud alle energie fossili e uccide la transizione verso le rinnovabili
L’Hub del gas in Sicilia lega il Sud alle energie fossili e uccide la transizione verso le rinnovabili

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...