Tiscali.it
SEGUICI

Il mondo in frantumi di “Cento domeniche” nel grido di denuncia di Antonio Albanese

di Italia Libera   
Il mondo in frantumi di “Cento domeniche” nel grido di denuncia di Antonio Albanese

Il regista siculo-lombardo ambienta il suo ultimo film nel cantiere navale del paesino del Lecchese in cui è nato e ha fatto il tornitore. Un mondo operaio semplice e pulito che crolla sotto la speculazione finanziaria della banca locale in cui ha messo tutti i suoi risparmi. Dal crack si salvano gli industriali della zona, avvisati per tempo, soccombono e perdono tutto i piccoli risparmiatori a cui viene nascosta la verità fino alla fine. Un dramma economico e sociale che spazza via onestà e fiducia nei confronti del prossimo su cui l’operaio Antonio Riva (interpretato dall’attore-regista) aveva costruito la sua esistenza

◆ La recensione di BATTISTA GARDONCINI *

► Nella filmografia di Antonio Albanese non c’è soltanto lo spregiudicato e pirotecnico politico Cetto La Qualunque. Anche nei film più seri ed impegnati, però, non è mai mancata una vena se non di comicità, almeno di ironica leggerezza. Nulla di tutto questo, invece, nell’ultima fatica dell’attore, “Cento domeniche”, dove Albanese è anche regista e sceneggiatore con l’amico Piero Guerrera: il film è cupo, angosciante e dichiaratamente pensato come un grido di denuncia alla Ken Loach contro i misfatti di un sistema bancario inquinato da ladri e malfattori.

Antonio Riva ha lavorato per quaranta anni in un cantiere navale sul lago di Olginate, in provincia di Lecco. È separato dalla moglie, abita con la vecchia madre sull’orlo della demenza, e ha un unico sogno nella vita: condurre all’altare la figlia. Ma le sue speranze crollano quando perde tutti i risparmi nel crack della banca locale, che fino all’ultimo nasconde cinicamente ai piccoli risparmiatori la verità, mentre gli industriali della zona, avvisati per tempo, riescono a salvarsi. Per Antonio il danno non è soltanto economico. È tutto il suo mondo, basato sulla onestà e sulla fiducia nei confronti del prossimo, che va in frantumi, con conseguenze drammatiche per lui e per chi gli sta intorno.

Albanese è bravissimo nel tratteggiare la vita semplice e pulita dell’operaio Riva in un ambiente che lui conosce bene perché è lo stesso della sua gioventù. Nato a Olginate da genitori di origine siciliana, Albanese ha lavorato nello stesso cantiere dove ha ambientato le riprese — ritrovando addirittura il suo vecchio tornio — ed è perfettamente a suo agio nella atmosfera e nei riti della provincia. Non altrettanto si può dire della giovane Liliana Bottone, un po’ goffa nell’interpretazione della figlia Emilia. In compenso Giulia Lazzarini nella parte della anziana madre è impeccabile, come sempre nella sua lunghissima carriera. © RIPRODUZIONE RISERVATA

____

(*) L’autore dirige oltreilponte.org

di Italia Libera   

I più recenti

Da Gaza al Mar Rosso, dove ci porta la guerra. I miliziani Houthi ammirati perché odiano Israele
Da Gaza al Mar Rosso, dove ci porta la guerra. I miliziani Houthi ammirati perché odiano Israele
1/ Rassegna ambientale. Slalom tra orsi abbattuti, ritorno del gatto selvatico e “Luna Parco”
1/ Rassegna ambientale. Slalom tra orsi abbattuti, ritorno del gatto selvatico e “Luna Parco”
Morti sul lavoro: dallo stillicidio quotidiano alle stragi periodiche. Il “che fare” è già scritto nelle leggi
Morti sul lavoro: dallo stillicidio quotidiano alle stragi periodiche. Il “che fare” è già scritto nelle leggi
Troppi porti, vecchi porti. Senza strategia, l’economia dimenticata dell’Italia circondata dal mare
Troppi porti, vecchi porti. Senza strategia, l’economia dimenticata dell’Italia circondata dal mare

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...