Tiscali.it
SEGUICI

Atmosfere anni Cinquanta. Quando a Radio Rai le poesie le leggeva Ungaretti

di Italia Libera   
Atmosfere anni Cinquanta. Quando a Radio Rai le poesie le leggeva Ungaretti

Si possono paragonare le trasmissioni culturali oggi in onda, tra tv e radio, con gli anni Cinquanta? Si può, forse si deve. E anche dalla cultura dei giornali di quei tempi c’è da imparare (l’esempio del “Giorno”), benché oggi i grandi quotidiani dedichino importanti supplementi al libri. Ecco un breve affresco fatto di atmosfere, nei ricordi di Vittorio Emiliani

◆ Il corsivetto di VITTORIO EMILIANI

► Radio Rai degli anni Cinquanta programmava continuamente sul Terzo canale rubriche letterarie, filosofiche, ecc. Tutte firmate e animate da autentici specialisti, da rinomati docenti universitari, da grandi maestri. Anche da poeti come Giuseppe Ungaretti che vi leggeva con inconfondibile voce le proprie liriche o quelle straniere da lui tradotte.

La  nostra acculturazione adolescenziale e giovanile poté giovarsene non poco. Come potemmo fruire delle pagine culturali dei quotidiani. Sul “Giorno” per esempio (il mio giornale personale dal primo giorno di uscita) comparivano schede informatissime sulle novità letterarie e storiografiche firmate da autentici specialisti. Se ne occupavano un toscano ironico e colto, Romeo Giovannini, e Afredo Barberis letterato tranquillo ma con una passione per le Spider veloci.

Il “Corriere della Sera” invece era rimasto fermo ad articolesse interminabili. Molto più agile “La Stampa” di Torino che pure era il più vecchio quotidiano nazionale. Sul “Giorno” conobbe i primi successi il vogherese Alberto Arbasino che, formidabile nella misura corta, aveva l’ambizione invece di scrivere lungo e che se ne andò quando osarono tagliargli uno di quei suoi lenzuoli. Il direttore Italo Pietra commentò caustico quella sua uscita. «L’avrà fatto per le ziette della Rivazza che non ci leggono di certo». © RIPRODUZIONE RISERVATA

di Italia Libera   

I più recenti

Dal taccuino dei ricordi. Come Emiliani divenne giornalista: la vocazione nell’Università “indigesta”
Dal taccuino dei ricordi. Come Emiliani divenne giornalista: la vocazione nell’Università “indigesta”
Mussolini, Matteotti e la verità dei fatti con cui Antonio Scurati ha mandato in tilt TeleMeloni
Mussolini, Matteotti e la verità dei fatti con cui Antonio Scurati ha mandato in tilt TeleMeloni
Il licenzioso Prévert e i dilemmi del traduttore, tra calembours e rima baciata di “lazzi”…
Il licenzioso Prévert e i dilemmi del traduttore, tra calembours e rima baciata di “lazzi”…
Dal taccuino dei ricordi. Il sogno di un’Alfa Romeo popolare, il realismo di Luraghi e i modelli nati al Sud
Dal taccuino dei ricordi. Il sogno di un’Alfa Romeo popolare, il realismo di Luraghi e i modelli nati al Sud

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...