Tiscali.it
SEGUICI

A proposito di guerra. “Ridentem dicere verum nihil vetat”: Pensate che vada così? 

di Italia Libera   
A proposito di guerra. “Ridentem dicere verum nihil vetat”: Pensate che vada così? 

(Ugo Donorati) — Achille Campanile (1899-1977) è autore di una splendida raccolta di “Tragedie in due battute”, di cui trovate facilmente degli esempi in rete. Dal momento che ridentem dicere verum nihil vetat, come scriveva Orazio, mi permetto di scriverne una anche io, ispirandomi a entrambi. Dire la verità ridendo nessuno lo vieta, giusto?

 

Pensate che vada così? – Tragedia in due battute

Personaggi: Un funzionario governativo; un rappresentante della ditta Lockheed; un altro funzionario.

La scena rappresenta un Ufficio della Casa Bianca a Washington. Il PRIMO FUNZIONARIO siede dietro una scrivania; il RAPPRESENTANTE DELLA LOCKHEED davanti ad essa.

PRIMO FUNZIONARIO: La tensione con il Qualcosistan cresce di giorno in giorno. La vostra proposta per l’acquisto da parte del governo di un bel po’ di aerei militari sarà accolta molto presto.

RAPPRESENTANTE DELLA LOCKHEED. Grazie.

SECONDO FUNZIONARIO entrando trafelato: Il Presidente ha appena firmato un accordo di pace con il Qualcosistan. Pare che ci fossero dei sobillatori che volevano aumentare la tensione, ma fortunatamente la Cia li ha fermati in tempo. Gli aerei non servono più.

RAPPRESENTANTE DELLA LOCKHEED (alzandosi) Ottima notizia. Ero molto preoccupato per quei poveri Qualcosistani. Pazienza se non vendiamo gli aerei. La pace viene prima di tutto. Vuol dire che invece di aerei fabbricheremo trattori. I nostri azionisti se ne faranno una ragione.

Sipario

© RIPRODUZIONE RISERVATA

di Italia Libera   

I più recenti

1/ Lo spot nell’occhio. Dallo spazzolone alla donazione degli organi: quanti volti ha Littizzetto
1/ Lo spot nell’occhio. Dallo spazzolone alla donazione degli organi: quanti volti ha Littizzetto
Strage nella centrale di Bargi. Si cercano ancora i dispersi ma i responsabili si conoscono già: i committenti
Strage nella centrale di Bargi. Si cercano ancora i dispersi ma i responsabili si conoscono già: i committenti
“Sotto l’acqua”: borghi affondati, borghi salvati. Se il prezzo dell’energia sommerge la storia “minuscola”
“Sotto l’acqua”: borghi affondati, borghi salvati. Se il prezzo dell’energia sommerge la storia “minuscola”
L’Hub del gas in Sicilia lega il Sud alle energie fossili e uccide la transizione verso le rinnovabili
L’Hub del gas in Sicilia lega il Sud alle energie fossili e uccide la transizione verso le rinnovabili

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...