In nome della privacy Facebook rinuncia al riconoscimento facciale automatico

Il social network di Mark Zuckerberg consentirà a tutti i suoi iscritti di scegliere se attivare la funzione attraverso un esplicito opt-in

In nome della privacy  Facebook rinuncia al riconoscimento facciale automatico
TiscaliNews

Passo indietro di Facebook sul riconoscimento facciale. In nome della privacy e del rispetto della volontà dell’utente questa funzione non sarà più attivata in automatico. Il social network di Mark Zuckerberg consentirà da oggi a tutti i suoi iscritti di scegliere se attivare la funzione attraverso un esplicito opt-in (l'opzione attraverso la quale si esprime il proprio consenso).

Il passo indietro di Facebook

"Il riconoscimento - ha spiegato la società in un post sul blog - sostituirà l’attuale funzione di default chiamata 'suggerimenti tag'", che consentiva a Facebook di taggare automaticamente i propri amici nelle foto, se questi a loro volta avevano attivato la funzionalità. Ora invece, se si decide di utilizzarla, la tecnologia di riconoscimento facciale avviserà gli utenti delle immagini in cui appaiono, ma in cui non sono taggati e saranno loro a valutare se taggare o meno sé stessi.
Nel caso in cui non si farà alcuna scelta, il riconoscimento facciale rimarrà disattivato di default e il social network manderà una semplice notifica che suggerisce la novità. Per tutti i nuovi utenti e per quelli che avevano attivi i suggerimenti dei tag, Facebook fornirà informazioni sulla nuova funzione.

Photo Review

"Se al momento non disponi dell'impostazione di riconoscimento facciale e non fai nulla, non utilizzeremo il riconoscimento facciale per riconoscerti o suggerire tag", ha affermato la compagnia di Menlo Park. "Inoltre, funzionalità come Photo Review, che ti consente di sapere quando compari nelle foto anche se non sei taggato, purché tu abbia l'autorizzazione a vedere il post in base alle sue impostazioni sulla privacy, non saranno attivate. Le persone saranno comunque in grado di taggare manualmente gli amici, ma non suggeriremo tag se non hai attivato il riconoscimento facciale ", spiega ancora il gigante del web.

Tag Suggestions

Il riconoscimento facciale, disponibile per alcuni utenti di Facebook da dicembre 2017, avvisa anche il titolare di un account se la sua foto del profilo viene utilizzata da qualcun altro. Il Tag Suggestions, che ha utilizzato il riconoscimento facciale solo per suggerire a un utente di taggare gli amici nelle foto, è al centro di una causa relativa alla privacy dal 2015.