Tiscali con Open Fiber nelle aree bianche dell'Emilia Romagna: “Orgogliosi di essere sempre innovativi”

Borgo Tossignano è il primo paese delle "aree C&D" della regione a realizzare l’obiettivo della connettività Open Fiber. I responsabili commerciali dell’azienda sarda: “La nostra mission segue questa vocazione: offrire a tutti uguale e libero accesso alla vita digitale”

Un momento dell'evento
Un momento dell'evento
TiscaliNews

Dopo l’estensione della partnership strategica con Open Fiber per la diffusione dei servizi ultrabroadband in circa 7.700 comuni delle “aree Infratel”, Tiscali è stata fra i primi operatori a vendere i servizi in Fibra in 70 comuni compresi nelle suddette aree. L’azienda guidata da Renato Soru offre UltraInternet Fibra a quasi 95.000 famiglie e imprese in aree che, per ragioni legate alla morfologia del territorio o alle economicità di scala, non avevano finora accesso alla banda ultralarga.

In Emilia Romagna sono più di cento i progetti esecutivi consegnati e oltre 90 i cantieri aperti per fornire la fibra ultraveloce. Tre i comuni in cui i lavori sono stati ultimati, (Borgo Tossignano, Fontanelice e Galliera) e già da luglio si possono stipulare in via sperimentale, i contratti con gli operatori Tlc. Stando alla roadmap entro il 2019, Open Fiber arriverà ad avere lavori in quasi 200 comuni, chiudendo i cantieri in 60 ed effettuando 35 collaudi prima della commercializzazione dei servizi.

Proprio in uno di questi comuni, Borgo Tossignano, in provincia di Bologna, si è svolto un evento per celebrare il rilascio della connettività Open Fiber. Si tratta del primo Paese che ha  raggiunto l’obiettivo tra quelli delle aree C&D dell’Emilia Romagna. A festeggiare l’evento erano presenti il vicepresidente della regione, Raffaele Donnini, il sindaco, Mauro Ghini, esponenti di Open Fiber e Tiscali, unico gestore nazionale, insieme a 7 piccoli operatori regionali.

L'evento di Borgo Tossignano, in Emilia Romagna

La Responsabile commerciale di Tiscali Italia Spa per l’Emilia Romagna, Barbara Casolari (presente insieme a Roberto De Mola, responsabile vendite Area Nord), dopo aver ringraziato i presenti, Open Fiber, la Regione Emilia Romagna e il suo presidente, il Comune di Borgo Tossignano e Lepida che hanno organizzato l’evento e permesso la realizzazione del  progetto che vede Tiscali protagonista ha sottolineato come l’azienda sarda sia stata “sempre innovativa, fin da quando lanciò nel ’99 Tiscali Free Net, il primo accesso gratuito ad internet per il mercato italiano, spingendo i provider allora esistenti a eliminare l’abbonamento fisso e  contribuendo quindi alla diffusione di massa della rete internet”. Ed ora la mission aziendale segue questa vocazione: offrire a tutti uguale e libero accesso alla vita digitale.

Per questo Tiscali, lo scorso maggio 2019, ha “consolidato la partnership con Open Fiber con la quale sta operando per la diffusione in Italia dei servizi ultrabroadband in modalità Fiber To The Home”. Casolari si è detta entusiasta come esponente della bellissima regione Emilia Romagna di farsi portavoce dell’orgoglio Tiscali e “poter lavorare insieme per ridurre il divario digitale, rendendo possibile a tutti il servizio di connettività a banda ultralarga, anche in territori meno densamente popolati, le cosiddette aree bianche”.

Le soluzioni digitali, di IOT, di realtà aumentata che ruoteranno intorno a tale evoluzione tecnologica “saranno garantite e performanti”. Del resto Tiscali “si è mossa sin da subito per diffondere il valore di questa tecnologia partendo da Bologna, Imola e raggiungendo prima di tutti i comuni di Borgo Tossignano e Fontanelice”.

Ad Imola esiste un punto vendita dove si possono avere maggiori informazioni sulla straordinaria promozione in atto e sottoscrivere un contratto (riferimenti precisi su www.tiscali.it). Alcuni lo hanno già fatto e sono state anche attivate le prime linee con piena soddisfazione dei clienti: tempi celeri, personale competente e servizio ad alte prestazioni.