Bari diventa smart grazie alla Banda Ultralarga. Anche Tiscali tra i protagonisti del cambiamento

Nel capoluogo pugliese sono stati completati i lavori infrastrutturali di Open Fiber. Il direttore vendite dell'aziende sarda, Simone Zipoli, ha illustrato i benefici per cittadini, aziende e pubblica amministrazione

Bari diventa smart grazie alla Banda Ultralarga. Anche Tiscali tra i protagonisti del cambiamento
Bari e il suo lungomare
TiscaliNews

Bari diventa smart grazie a oltre 40 milioni d'investimento privato, 2mila chilometri di fibra ottica posata fino all'interno di 147mila unità immobiliari, 190 km di scavi e 243 chilometri di infrastrutture esistenti riutilizzate, un picco di 250 lavoratori impegnati in 30 cantieri giornalieri. La cerimonia di conclusione dei lavori di Open Fiber, azienda partecipata Enel e Cassa depositi e Prestiti, ha visto la presenza delle autorità locali e degli operatori partner che proporranno al mercato i nuovi servizi commerciali resi possibili dalle nuove connessioni Ultrabroadband con latenza minima e velocità fino a 1 Gigabit. Tra i partecipanti anche Simone Zipoli, direttore vendite di Tiscali, che ha illustrato le soluzioni e le applicazioni per cittadini, aziende e pubblica amministrazione sviluppate dall’azienda fondata da Renato Soru.

“La Puglia – ha spiegato il manager - storicamente è una regione importante per la nostra azienda. Abbiamo molti clienti sia sul fisso che sul mobile e una robusta presenza commerciale con oltre 250 punti vendita”. “Ma l’incontro di oggi a Bari – ha proseguito – è stata anche l’occasione per annunciare un rafforzamento della nostra rete di vendita”.

“Per vendere le nuove tecnologie e parlare delle nuove applicazioni rese possibili dall’Ultrabroadband – ha spiegato – servono persone specializzate. Per questo motivo Tiscali ha deciso di investire nella formazione e di creare una forza vendita di alto profilo composta da dipendenti ma anche da professionisti esterni”. “Il fruitore delle nuove tecnologie – ha sottolineato il manager – sia esso un cittadino, una azienda o la pubblica amministrazione, ha bisogno di essere consapevole di cosa si può fare oggi con le nuove tecnologie”.

Un momento della conferenza stampa del sindaco Antonio Decaro con l’amministratore delegato di Open Fiber Elisabetta Ripa, il vicesindaco Eugenio Di Sciascio e il direttore vendite di Tiscali Simone Zipoli (a destra della foto). (Ansa)

Ed in effetti le applicazioni illustrate da Zipoli rendono bene l’idea su cosa significa per una città diventare smart, ovvero intelligente. “Per quanto riguarda i cittadini – ha detto il direttore vendite – proporremo soluzioni dedicate alla domotica, come sistemi di video sorveglianza intelligente, ma anche di telemedicina avanzata. Stiamo in particolare sviluppando un sistema di monitoraggio a distanza dedicato ai cardiopatici ansiosi, basato sull’utilizzo di tecnologie wearable come braccialetti o magliette smart”.

“Alle aziende – ha proseguito – presenteremo strumenti innovativi sul fronte dei pagamenti digitali mentre alla pubblica amministrazione, nell’ambito dello sviluppo del progetto di smartcity, proporremo iniziative dedicate al risparmio energetico, come per esempio sistemi di illuminazione intelligenti che regolano i consumi in funzione del traffico”.

Le smartcity sono una rivoluzione destinata a migliorare tanti aspetti della vita dei cittadini. “Tiscali – ha concluso Zipoli – ha un robusto know how nella progettazioni di sistemi tecnologici complessi composti da tanti piccoli pezzi come in un puzzle”. Bari è stata infine l’occasione per annunciare il lancio del nuovo canale di vendita gallery. “Saremo presenti in tutti i principali centri commerciali della città” ha annunciato il direttore vendite confermando che il capoluogo pugliese è centrale nelle strategie di marketing dell’azienda sarda.