Non solo il sofagate, spunta un altro sgarbo di Erdogan alla Von der Leyen: sedia più piccola al pranzo

La visita dei leader Ue lascia in eredità un incidente di protocollo che sui social, fra numerose critiche, è stato già ribattezzato 'sofagate'. 

di Askanews

La visita dei leader Ue in Turchia lascia in eredità un incidente di protocollo che sui social, fra numerose critiche, è stato già ribattezzato 'sofagate'Due delle più alte cariche dell'Unione europea in visita ufficiale in Turchia, ma solo una col diritto di sedersi. È successo ad Ankara, all'incontro fra il presidente del Consiglio europeo Charles Michel e la presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen con il Capo di Stato turco Recep Tayyip Erdogan. Sono in tre, ma nella stanza ci sono solo due sedie, destinate a Michel ed Erdogan.

Von der Leyen, unica donna, viene lasciata in piedi di fronte a loro ed esprime la sua perplessità con un chiaro "ehm" e un gesto del braccio. Dopo qualche momento di indecisione le viene offerto di sedersi su un divano più distante, di solito destinato a funzionari di livello più basso secondo il protocollo. "'Ehm' è il nuovo termine per 'come non dovrebbero essere i rapporti fre Ue e Turchia' ha twittato il rappresentante tedesco del Parlamento europeo Sergey Lagodinsky, nella commissione che si occupa delle relazioni fra i due paesi, aggiungendo l'hashtag #GiveHerASeat, "datele un posto a sedere".

Lo stupore della presidente è stato confermato dal portavoce della Commissione, Eric Mamer, secondo cui von der Leyen ha però "preferito dare priorità alle questioni di sostanza rispetto al protocollo", perché è più importante "far avanzare un processo politico fra l'Ue e la Turchia". È chiara l'attenzione a non aumentare la tensione, ma il portavoce ha precisato che l'esecutivo europeo "si aspetta di essere trattato secondo il protocollo adeguato" e che "saranno presi contatti con tutte le parti coinvolte perché non si ripeta in futuro".

Ma si sarebbe stato un altro incidente di protocollo al pranzo ufficiale durante la visita al presidente turco Recep Tayyip Erdogan, che avrebbe messo in imbarazzo una seconda volta la presidente della Commissione Ue, Ursula Von der Leyen, ma che è stato sventato dagli europei prima che la leader arrivasse in sala. Il tavolo era stato apparecchiato per 5 persone su ciascun lato, con due poltrone d'onore, una per il presidente del Consiglio europeo Charles Michel e una per Erdogan, seduti l'uno davanti all'altro. A Von der Leyen era stata riservata una sedia piccola alla destra di Michel che è stata sostituita all'ultimo momento.