Open Arms, 14 giorni in mare e onde alte: “Cosa aspettate ad agire?”

Codice da incorporare:
di Adnkronos

La situazione diventa sempre più drammatica a bordo della Open Arms, la nave della Ong spagnola da due settimane ferma nel Mediterraneo con 151 naufraghi a bordo tra cui 31 minori. Nessun porto europeo è disposto a farli sbarcare nonostante la mobilitazione e l’invito di molti volti noti ad aprire i porti. È di ieri il diniego della Spagna ad accogliere anche solo i minori. Ma oggi il maltempo e il mare che ingrossato sta peggiorando ulteriormente le condizioni di vita a bordo. E dalla nave lanciano l’ennesimo disperato appello: “Se la situazione era già avversa a bordo di #Openarms – scrive la Ong su twitter - il tempo la rende drammatica. Gli Stati che ci impediscono di proteggere queste vite, cosa stanno aspettando per agire? Che cos'è – chiedono - un'emergenza umanitaria?”