Immobile trascina la Lazio a Marassi, Genoa sconfitto 4-1

Immobile trascina la Lazio a Marassi, Genoa sconfitto 4-1
di Italpress

GENOVA (ITALPRESS) - La Lazio cala il poker a Marassi battendo il Genoa e mettendo in mostra un super Immobile, autore di una tripletta, per continuare a inseguire l'Europa. Il Grifone non riesce ad approfittare del passo falso del Cagliari e rimane pienamente invischiato nella lotta retrocessione. Il primo squillo è della Lazio con Acerbi che, su calcio d'angolo di Luis Alberto, colpisce di testa mandando fuori di un soffio. Dall'altra parte ancora un difensore protagonista; stavolta è Ostigard a svettare, ma Strakosha in tuffo dice di no. Alla mezz'ora proteste del Genoa con Acerbi che interviene su Piccoli al limite dell'area di rigore, ma l'arbitro non interviene lasciando giocare. Sulla ripartenza è Marusic che riceve sull'out di sinistra, accelera ed entra in area calciando sul palo lungo dove Sirigu non può arrivare: è il vantaggio ospite.Il gol subito frena il Genoa, la Lazio amministra e colpisce quando fa più male; al 46', infatti, Lazzari scappa sulla destra, vede Immobile appena dentro l'area con l'attaccante che calcia di destro trovando il raddoppio. A inizio ripresa Blessin prova a rinforzare l'attacco con Ekuban per Portanova, ma è ancora la Lazio a creare pericoli con Felipe Anderson che calcia dal limite chiamando Sirigu alla grande parata. Il gol è nell'aria e ci pensa ancora una volta Immobile che, sfruttando alla perfezione l'assist di Luis Alberto, vince il contrasto con Sirigu in uscita disperata e, di testa, infila il terzo gol. A riaprire il match l'iniziativa di Amiri, che se ne va sulla destra, entra in area e mette in mezzo trovando la deviazione di Patric: la palla sbatte sulla traversa e supera la linea della porta difesa da Strakosha. Dura poco l'illusione rossoblù. Immobile si regala la tripletta fulminando Sirigu e permettendo così alla Lazio di conquistare tre punti che servono a tenere vive le speranze d'Europa. Per Blessin è il secondo ko di fila. La salvezza si fa più complicata.(ITALPRESS).