Coronavirus, Bangladesh: a rischio un milione di Rohingya nel sud

di Ansa

Katupualong e' una localita' del sud del Bangladesh. Li' si trova uno dei campi profughi piu' grandi del pianeta, che oggi accoglie circa un milione di Rohingya, la minoranza di etnia musulmana oggetto di violenza e atti persecutori da parte dei militari birmani dal 2015. Il rischio che il coronavirus possa diffondersi in questi campi e' altissimo: donne, uomini e bambini sono costretti a vivere in condizioni precarie. In baraccopoli che il governo del Bangladesh a stento riesce a controllare. Sovraffollati e indigenti, si teme uno scenario da incubo se la pandemia iniziasse a minacciare il Bangladesh dove per ora e' stato registrato un primo caso di decesso e 17 contagiati. L'allerta per il coronavirus e' pero' massimo, dopo il mega-raduno islamico di mercoledi' scorso.