Coopi "La strada presa dal convoglio dell'Ambasciatore era incerta"

di Ansa

"E' stato uno shock inaspettato". Queste le parole di Alessandro Solagna, cooperante a Goma, Repubblica Democratica del Congo, con l'ong milanese COOPI il giorno dopo l'attentato e l'uccisione dell'ambasciatore italiano in Congo, Luca Attanasio assieme al carabiniere che lo accompagnava Vittorio Iacovacci e all'autista congolese Mustapha Milambo. Mente restano sospese le domande sul motivo di quel viaggio di un ambasciatore senza scorta armata e senza auto blindate, la comunita' degli expat italiani e' sconcertata.