Alvaro Soler al festival: "Vorrei duettare con Sylvestre perché è più alto di me"

Alvaro Soler al festival: 'Vorrei duettare con Sylvestre perché è più alto di me'
di Adnkronos

Sanremo, 11 feb. (AdnKronos) - "Sono contento di essere parte della finale, tifo per Lodovica Comello e Sergio Sylvestre, che ho conosciuto a 'X Factor'". Alvaro Soler è uno dei superospiti internazionali della serata finale del festival di Sanremo, durante la quale si esibirà in un medley di tre dei suoi più grandi successi, 'El mismo sol', 'Sofia' e 'Libre' (che ha inciso in coppia con Emma). E a chi gli chiede se la tv può essere nel suo futuro risponde ironico: "Sì, farò uno show che si chiama' Casa Alvaro'", dice con un chiaro riferimento allo show di grande successo di Mika, ma poi torna serio: "Dopo il festival prenderò un po' di tempo per scrivere, mi concentro sulla musica". Il cantautore spagnolo è infatti in procinto di partire per un tour di cinque settimane, che partirà dalla Polonia. "Per me è la prima volta -racconta- lo show avrà un struttura più professionale, luci nuove, sarà molto divertente". In Italia arriverà tra fine febbraio e marzo per 4 date: il 22 e il 25 febbraio a Milano al Fabrique, il 24 febbraio a Roma all'Atlantico live e il 10 marzo a Nonantola, in provincia di odena, al Vox. E se forse non farebbe Sanremo come concorrente ("è più importante condividere una gara che fare una gara"), è però molto emozionato nel calcare il palco dell'Ariston ("In Spagna si conosce il festival, mia madre quando ha saputo che venivo mi ha detto 'incredibile!',"). E tra tutti i concorrenti, non ha dubbi su chi sceglierebbe per un duetto: "A me piace molto duettare, imparo un sacco di cose - dice- Mi piacerebbe molto farlo con Sergio (Sylvestre, ndr), perché è più alto di me".