Up Calabria, la startup che ha conquistato anche Microsoft

Ideata da una 19enne: Beatrice Viotti tra i relatori piu' attesi del Jobs of the Future Decoded, evento europeo che si è tenuto ieri a Bruxelles.

Up Calabria, la startup che ha conquistato anche Microsoft
di CN LAB

Catanzaro 21.01.2015 (CN) - E’ stata tra i relatori più attesi del Jobs of the Future Decoded, evento europeo in programma ieri a Bruxelles promosso da Microsoft per parlare di giovani, tecnologia e futuro. Protagonista una giovane calabrese appena 19enne, Beatrice Viotti, una startupper di successo che ha saputo trasformare un problema in opportunità creando una app dedicata alla Calabria, Up Calabria.

L’applicazione, pensata per smartphone e tablet, permette di scoprire tutti i luoghi più belli, compresi quelli poco accessibili e non segnalati nelle tradizionali guide turistiche, di una regione spesso dimenticata. Up Calabria è una delle idee più interessanti partorite da Youthspark, il progetto internazionale di Microsoft nato per far comprendere ai giovani come la tecnologia sia oggi un fattore abilitante per il proprio futuro professionale. "Andiamo a intercettare i 16-24enni di oggi e, con attività e laboratori mirati nelle scuole superiori, in partnership con la Fondazione Mondo Digitale, li stimoliamo a sviluppare idee e competenze tecnologiche", spiega Paola Andreozzi, di Microsoft Italia. Diecimila ragazzi italiani sono stati coinvolti in progetti educativi per avviarli a professioni tecnologiche oppure, come nel caso di Beatrice, a potenziare attraverso le tecnologie le loro competenze esistenti.

La giovanissima startupper è nata a Catanzaro, ma studia Architettura a Firenze, "la tecnologia è parte delle nostre vite, può aiutare a renderle migliori – afferma -. Noi ragazzi non stiamo forse tutto il tempo con lo smartphone in mano? Ho pensato che questo fosse lo strumento giusto per avvicinare i giovani a scoprire un territorio come quello della mia regione, che è piena di posti magnifici ma poco noti. Persino a noi che la abitiamo. Ad esempio, chi conosce il bellissimo Museo Santa Barbara, a Mammola? Lo ha realizzato Niki Spatari, un grande artista contemporaneo, in un paesino sperduto in provincia di Reggio Calabria che ho fatto fatica persino io a trovare e raggiungere. Ecco, la Calabria è piena di cose così: bellezze naturali e artistiche nascoste. La nostra app le avvicina al pubblico, specie ai più giovani. E' sempre aggiornata, è multilingue e con la geolocalizzazione ti dice che cosa c’è di interessante nelle vicinanze da vedere o da fare. Abbiamo inserito foto, video e mappe, per rendere la fruizione fresca e immediata. Per ora la app è solo in versione ‘beta’, cioè agli inizi, non è ancora in vendita sull’App Store, ma abbiamo avviato una campagna di crowdfunding, cioè di raccolta pubblica di fondi, per portare avanti il progetto. In futuro, ci piacerebbe ampliarla, aggiungendo l’offerta di alberghi o ristoranti. Per questo la presentazione a Bruxelles è stata davvero importante. Per finire la prima parte del progetto – fa sapere la giovane ideatrice - bastano 2 mila euro”.
 
Abbiamo parlato di:
Beatrice Viotti Facebook
Jobs of the Future Decoded Website
YouthSpark Facebook - Twitter