Scienza, Scienziati risveglieranno virus preistorico gigante

Scienza, Scienziati risveglieranno virus preistorico gigante
di Askanews

Roma, 8 set. (askanews) - Gli scienziati hanno dichiarato che intendono rianimare un virus gigante, antico di 30mila anni, che è stato scoperto in Siberia, e hanno avvertito che il cambiamento climatico rischia di risvegliare molti agenti patogeni antichi microscopici, oggi intrappolati nei ghiacci.Nel numero di questa settimana del giornale dell'Accademia nazionale delle scienze degli Stati uniti, ricercatori francesi hanno annunciato la scoperta del "mollivirus sibericum", il quarto tipo di virus preistorico scoperto dal 2003. E hanno annunciato che intendono risvegliarlo, ma solo dopo aver verificato che non possa provocare malattie umane o animali.Per essere qualificato come "gigante" un virus deve essere più lungo di mezzo micron, cioè un millesimo di millimetro. Il "mollivirus sibericum" (virus molle della Siberia) misura 0,6 micron. E' stato rinvenuto nel permafrost.Il cambiamento climatico sta riscandando le regioni artiche e sub-artiche a unavelocità doppia della media globale e questo porta a uno scongelamento del permafrost. "Poche particelle che siano ancora infette possono essere sufficienti, in presenza di un ospite vulnerabile, a rianimare virus potenzialmente patogeni", ha lanciato l'allarme uno dei principali ricercatori del progetto, Jean-Michel Claverie.Le regioni in cui questi microbi giganti sono stati intrappolati sono ricche di risorse energetiche, gas e petrolio in particolare, e diventeranno sempre più accessibilità allo sfruttamento industriale man mano che i ghiacci si sciolgono."Se non staremo attenti e industrializzeremo queste aree senza prendere contromisure, correremo il rischio un giorno di risvegliare virus come quello della peste, che credevamo sradicati", ha spiegato Claverie.Nell'ambiente controllato del laboratorio, Claverie e i suoi colleghi tenteranno di risvegliare il virus piazzando un'ameba unicellulare, che farà da ospite. (Fonte Afp)