Calcio,Nazionale, Insigne e Quagliarella: "Prendiamoci il pass"

Calcio,Nazionale, Insigne e Quagliarella: 'Prendiamoci il pass'
di Askanews

Roma, 6 ott. (askanews) - La maglia azzurra del Napoli nel presente di uno e nel passato dell'altro, con la speranza di poter condividere a lungo l'onore di indossare quella azzurra della Nazionale. Compagni di stanza nel ritiro di Coverciano, Lorenzo Insigne e Fabio Quagliarella sono chiamati a ripetere contro Azerbaigian e Norvegia quanto di buono hanno mostrato nelle prime sette giornate di Serie A. Dopo la doppietta messa a segno domenica sera a Milano sotto gli occhi di Antonio Conte, il talento di Insigne sembra essere definitivamente sbocciato: "I complimenti che sto ricevendo fanno molto piacere - spiega in conferenza stampa - non capita tutti i giorni di uscire da San Siro tra gli applausi dei tifosi di casa. Sono contento, ma questo è solo un punto di partenza perché non ho fatto ancora nulla". Reduce da una stagione travagliata, complici gli infortuni, Insigne sembra aver ritrovato con Sarri la stessa intesa che aveva con Zeman a Pescara nella stagione che lo ha consacrato al grande pubblico in compagnia di Marco Verratti e Ciro Immobile: "Nel 4-3-3 mi trovo bene, ma a prescindere dal modulo l'importante è dare sempre il 100%. La prima cosa quando si scende in campo è divertirsi, ora spero di dare una mano alla Nazionale quando il mister mi chiamerà in causa". Sarri? "L'importante e' che quando vada in campo, in qualunque ruolo, dia il cento per cento. Sto facendo bene e ringrazio Conte per la chiamata in Nazionale: spero di ripagarlo sul campo". "Scudetto a Napoli? E' troppo presto per parlarne, sono passate solo sette giornate. Bisogna restare cauti ma ci proveremo sino alla fine". (foto figc.it) (segue)