Gb, Gb, in crisi il mito del the: consumo il calo del 22% dal 2010

di Askanews

Londra 5 ago. (askanews) - I britannici sembrano aver perso il gusto del tradizionale the nero, complici l'aumento delle temperature e la necessità di tenere d'occhio la linea: secondo uno studio pubblicato dalla società di marketing Mintel, dal 2010 ad oggi il consumo è sceso del 22%.Le vendite sono infatti passate da 97 milioni di chilogrammi a 76 milioni di chilogrammi, con un trend discendente che si ritiene proseguirà anche nei prossimi anni con una previsione di circa 69 milioni di chilogrammi nel 2020.Secondo la Mintel il the è in difficoltà di fronte alla concorrenza di altre bevande come le infusioni, particolarmente popolari fra i giovani e le cui vendite sono aumentate del 31% nell'ultimo quinquennio; inoltre, è in calo anche il consumo di dolci e biscotti e ciò può aver influito negativamente anche nei confronti del loro tradizionale accompagnamento liquido.Nonostante tutto però, conclude lo studio, bere il the risulta un'abitudine "profondamente radicata nella maggior parte dei consumatori britannici": almeno il 54% della popolazione infatti ne beve almeno una tazza al giorno.(fonte Afp)