Francesco Bosso: due mostre a Venezia in occasione della Biennale. Le foto

Le foto in bianco e nero dell'artista pugliese saranno esposte presso il Centro Culturale Candiani e nel padiglione Grenada della Biennale di Venezia

Francesco Bosso: due mostre a Venezia in occasione della Biennale. Le foto
di FpS Media

Venezia 16.4.2015 (FpS Media) – Il paesaggio e la natura selvaggia in bianco e nero di Francesco Bosso, artista e fotografo, sarà protagonista a Venezia con due eventi in occasione della 56^ Biennale di Venezia.

Il primo appuntamento sarà presso il Centro Culturale Candiani dove verrà allestita la mostra “The beauty between order and disorder” a cura di Walter Guadagnini. L'evento verrà inaugurato il 7 maggio alle ore 18 e contiene oltre 60 fotografie di Bosso che accompagnano lo spettatore alle origini del paesaggio e alle radici della fotografia. La mostra farà emergere una nuova visione delle complesse dinamiche della Natura che siamo abituati a classificare come Ordine e Disordine, dove forme apparentemente caotiche nascondo sorprendenti ritmi di regolarità e dove paesaggi frammentati, dune in movimento, rocce scolpite e acque agitate si inseguono alternando momenti di ordine e disordine. “Bosso fotografa in bianco e nero, e le sue immagini scattate in diversi luoghi del mondo, non raccontano l'esotismo turistico di queste terre, quanto la capacità della fotografia di restituire agli occhi una realtà trasformata per via di luce e di poesia” afferma il curatore Walter Guadagnini.

Il secondo evento sarà proprio alla Biennale di Venezia. Nella Sala Tiziano, all'interno del padiglione internazionale Grenada, l'artista presenta la mostra “Present Nearness” (9 maggio – 22 novembre) curata da Susan Mains e Francesco Elisei. L’opera di Francesco Bosso rappresenta il punto di incontro tra estetica, rigore tecnico e caratura concettuale, in cui si palesa una percezione non univoca dove la scena si scompone e si ricompone continuamente e dove si può intravedere - mutando il proprio punto di vista - l’Ordine che governa il Disordine. L'Autore agganciandosi al tema "All the World's Futures" lanciato dal curatore generale della Biennale di Venezia, Okwui Enwezor, presenta un'opera che è espressione tipica del Disordine in natura, che puntualmente il tempo riporta all'Ordine.

Abbiamo parlato di:

Francesco Bosso: WebsiteFacebook

Biennale di Venezia: WebsiteFacebookTwitterYouTube

Centro Culturale Candiani: WebsiteFacebookTwitter