Bruxelles – Rilanciare partenariati e relazioni col continente africano, rilanciare il processo di adesione dei..." />

Bruxelles – Rilanciare partenariati e relazioni col continente africano, rilanciare il processo di adesione dei..." />

Bruxelles – Rilanciare partenariati e relazioni col continente africano, rilanciare il processo di adesione dei...">

“Ripresa, forza, appartenenza”, gli imperativi della presidenza francese del consiglio UE

“Ripresa, forza, appartenenza”, gli imperativi della presidenza francese del consiglio UE
in collaborazione con Eunews

<div style="font-size: 17px"><p>Bruxelles &#8211; Rilanciare partenariati e relazioni col continente africano, rilanciare il processo di adesione dei Paesi dei Balcani occidentali, perché &#8220;bisogna essere chiari sulle loro prospettive europee&#8221;. Poi progressi sulla difesa comune, digitale, riforma delle regole di bilancio, approvazione del salario minimo europeo. <strong>Emmanuel Macron</strong> sciorina i tanti temi che la<strong> presidenza francese</strong> <strong>del Consiglio dell&#8217;UE</strong> intende far progredire a partire dal primo gennaio, giorno di inizio del semestre.</p> <p>&#8220;Su questa agenda dobbiamo fare passi avanti&#8221;. Lo ripete più volte, per ragioni diverse. Chiaramente personali, visto che la presidenza francese coincide con la campagna elettorale per l&#8217;elezione del presidente francese, ruolo che Macron vorrebbe vedere confermato. Ma pure per ragioni contingenti e non solo francesi.</p> <p>&#8220;Vivremo questa presidenza in un momento particolare, un tempo di crisi sanitarie, <a href="https://www.eunews.it/2021/09/29/migranti-come-mezzo-di-pressione-lue-nega-liberalizzazione-dei-visti-al-regime-bielorusso/159162" target="_blank" rel="noopener">tentativi di destabilizzare la nostra democrazia</a>, le differenze ricchi-poveri che aumentano, la sfide della trasformazione verde e digitale&#8221;. Macron cita innanzitutto i temi che la presidenza francese che verrà non ha scelto di mettere in agenda ma che sono piombati per forza di cose. Di fronte a tutto ciò &#8220;<strong>c&#8217;è bisogno di unirci, noi europei</strong>&#8220;.</p> <p>Vuole più Europa, Macron. Non usa mai l&#8217;espressione &#8216;Stati Uniti d&#8217;Europa&#8217;, ma chiama a raccolta i popoli. &#8220;La storia dell&#8217;Europa non è solo la somma di 27 Paesi. Vogliamo rilanciare la storia dell&#8217;Europa, in un momento in cui il revisionismo si afferma sempre di più.<strong> Dobbiamo creare un quadro accademico per un forgiare una storiografia dell&#8217;Europa</strong>&#8220;, e annuncia l&#8217;intenzione di lavorare per la realizzazione di una &#8220;università europea&#8221;.</p> <figure id="attachment_164683" aria-describedby="caption-attachment-164683" style="width: 183px" class="wp-caption alignleft"><img loading="lazy" class="wp-image-164683" src="https://www.eunews.it/wp-content/uploads/2021/12/fr22.png" alt="" width="183" height="134"><figcaption id="caption-attachment-164683" class="wp-caption-text">Il logo della presidenza francese</figcaption></figure> <p>E&#8217; solo uno dei tanti obiettivi che l&#8217;Eliseo si è posto per i prossimi sei mesi, e che risponde all&#8217;ultima delle tre parole d&#8217;ordine del motto europeo francese. Se per la Francia resta fermo l&#8217;imperativo di &#8216;liberté, egalité, fraternité&#8217; (libertà, uguaglianza, fratellanza), per gli europei i sei mesi a guida transalpina risponderanno all&#8217;imperativo &#8216;ripresa, forza, appartenenza&#8217;.</p> <p>Su tutti questi tre imperativi Macron e la presidenza di turno del Consiglio che seguiranno a breve intendono fare passi avanti. Il logo scelto lo suggerisce chiaramente con la freccia utilizzata per completare la &#8216;E&#8217; dell&#8217;UE.</p> <p>Per la ripresa, &#8220;serve un nuovo modello di crescita&#8221;. L&#8217;inquilino dell&#8217;Eliseo lo ritiene &#8220;indispensabile per uscire dalla crisi, perché viviamo e dovremo vivere con le conseguenze della pandemia&#8221;. Visto che si tratta di dover riscrivere <a href="https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/ALL/?uri=CELEX:31997R1466" target="_blank" rel="noopener">le regole del gioco</a>, &#8220;ospiteremo un vertice straordinario dei 27 a marzo&#8221;, per trovare la nuova impalcatura che consenta le trasformazioni digitali e sostenibili senza lasciare nessuno indietro e permettendo gli investimenti che servono. Allo stesso tempo &#8220;dobbiamo creare un lavoro di qualità&#8221; e di dignità. &#8220;La <a href="https://www.eunews.it/2021/12/06/retribuzione-di-base-negoziato-puo-partire/164281" target="_blank" rel="noopener">proposta di un salario minimo</a> sarà al cuore della nostra presidenza&#8221;.</p> <figure id="attachment_164686" aria-describedby="caption-attachment-164686" style="width: 300px" class="wp-caption alignright"><img loading="lazy" class="wp-image-164686 size-medium" src="https://www.eunews.it/wp-content/uploads/2021/12/euro2-fr-300x131.png" alt="" width="300" height="131" srcset="https://www.eunews.it/wp-content/uploads/2021/12/euro2-fr-300x131.png 300w, https://www.eunews.it/wp-content/uploads/2021/12/euro2-fr.png 503w" sizes="(max-width: 300px) 100vw, 300px" /><figcaption id="caption-attachment-164686" class="wp-caption-text">I 2 euro coniati per la presidenza francese di turno</figcaption></figure> <p>La ripresa passa per l&#8217;ambiente. Lo dimostra l<strong>a moneta celebrativa</strong> voluta dalle autorità francesi, che ricordano quanto la natura sia resistente &#8211; a voler indicare la volontà di fare dell&#8217;UE un club a prova di crisi e minacce &#8211; e quanto sia impegnata Parigi nelle battaglie per clima. Quanto, esattamente? Risponde Macron, con il programma per il semestre. &#8220;Dobbiamo creare le alternative de-carbonizzanti compatibili con i nostri obiettivi. Noi vogliamo l&#8217;attivazione della tassa sul carbonio alle frontiere. Vogliamo anche l&#8217;attivazione delle clausole di sostenibilità per il commercio&#8221;.</p> <p>E poi il digitale. Per una ripresa competitiva &#8220;dobbiamo creare un vero mercato unico digitale, eliminare le regole in eccesso, abbattere le barriere tra Stati membri&#8221;. Macron insiste sulla proposta di <a href="https://ec.europa.eu/info/strategy/priorities-2019-2024/europe-fit-digital-age/digital-services-act-ensuring-safe-and-accountable-online-environment_en" target="_blank" rel="noopener">atto europeo per i servizi digitali</a> e l&#8217;<a href="https://ec.europa.eu/info/strategy/priorities-2019-2024/europe-fit-digital-age/digital-markets-act-ensuring-fair-and-open-digital-markets_en" target="_blank" rel="noopener">atto per i mercati digitali,</a> due <strong>dossier che intende portare in porto entro giugno</strong>.</p> <p>Al primo dei tre imperativi del motto della presidenza francese del Consiglio UE risponde l&#8217;obiettivo di più sovranità europea. Vuol dire &#8220;mantenere il pieno controllo delle nostre frontiere, creare un meccanismo di gestione delle crisi, far avanzare il pacchetto immigrazione&#8221;. Ma non solo. Occorre &#8220;far avanzare la politica di difesa&#8221;, e in tal senso l&#8217;obiettivo è trovare un accordo sulla <a href="https://www.consilium.europa.eu/it/press/press-releases/2021/05/10/security-and-defence-eu-to-move-forward-on-common-security-and-defence/" target="_blank" rel="noopener">bussola strategica</a>, al vertice dei leader di marzo.</p> <p>Ma la presidenza francese del consiglio dell&#8217;UE guarda certamente alla Germania. L&#8217;appartenenza ben si sposa con <a href="https://www.eunews.it/2021/12/01/hge8-stati-uniti-europa/163676" target="_blank" rel="noopener">il programma del nuovo governo tedesco, che mira al completamento dell&#8217;integrazione</a>. &#8221;<br /> &#8220;Mi felicito che la nuova coalizione di governo in Germania abbia la stessa ambizione&#8221;, quella di un&#8217;Europa più unita, sottolinea Macron.</p> <p>Che Berlino possa continuare a giocare un ruolo, è un qualcosa su cui fa affidamento anche il governo di Parigi. Il primo ministro <strong>Jean Castex</strong> non ha dubbi: &#8220;Il sodalizio franco-tedesco resterà forte&#8221;, dice dopo aver ricevuto il presidente del Parlamento europeo, <strong>David Sassoli</strong>, che a Parigi guarda con grande attenzione e aspettative. &#8220;Vogliamo il successo della presidenza francese del Consiglio, visto che coincide con le grandi priorità dell&#8217;Europa&#8221;.</p> </div>