Roma – Dopo cinque mesi di interruzione sono ripresi a Vienna i negoziati per riattivare l..." />

Roma – Dopo cinque mesi di interruzione sono ripresi a Vienna i negoziati per riattivare l..." />

Roma – Dopo cinque mesi di interruzione sono ripresi a Vienna i negoziati per riattivare l...">

Riprendono a Vienna i negoziati sul nucleare iraniano. Ma Teheran non vuole trattare direttamente con gli USA

Riprendono a Vienna i negoziati sul nucleare iraniano. Ma Teheran non vuole trattare direttamente con gli USA
in collaborazione con Eunews

<div style="font-size: 17px"><p>Roma &#8211; Dopo cinque mesi di interruzione sono ripresi a Vienna i <strong>negoziati</strong> per riattivare l’accordo internazionale sul <strong>programma nucleare dell’Iran</strong>. Lo ha annunciato oggi il portavoce della delegazione dell’Unione europea Alain Georges Matton. La ripresa dei lavori della commissione è stata confermata anche dall’agenzia di stampa di Stato iraniana Irna.</p> <blockquote class="twitter-tweet" data-width="500" data-dnt="true"> <p lang="en" dir="ltr">In Vienna, <a href="https://twitter.com/hashtag/JCPOA?src=hash&amp;ref_src=twsrc%5Etfw">#JCPOA</a> Joint Commission, chaired on behalf of EU High Representatives <a href="https://twitter.com/JosepBorrellF?ref_src=twsrc%5Etfw">@JosepBorrellF</a> by <a href="https://twitter.com/eu_eeas?ref_src=twsrc%5Etfw">@eu_eeas</a> Deputy Secretary General <a href="https://twitter.com/enriquemora_?ref_src=twsrc%5Etfw">@enriquemora_</a> , just started. <a href="https://t.co/kXtCbQtnEn">pic.twitter.com/kXtCbQtnEn</a></p> <p>&mdash; Alain Georges MATTON ���� (@AlainMatton) <a href="https://twitter.com/AlainMatton/status/1465322161380409351?ref_src=twsrc%5Etfw">November 29, 2021</a></p></blockquote> <p><script async src="https://platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script></p> <p>Un portavoce del governo di <strong>Teheran</strong> ha riferito che il Paese è “fermamente determinato” a ottenere un buon esito dei negoziati in vista di una revoca delle sanzioni internazionali.</p> <p>L’accordo sul nucleare era stato raggiunto nel <strong>2015</strong> con la mediazione dell&#8217;UE e dell&#8217;ex  rappresentante per la politica estera Federica Mogherini e quando a guidare gli Stati Unti era Barack Obama. Intesa abbandonata dalla presidenza Trump e ora segnata da nuove aperture da parte di Joe Biden. L’accordo era stato sottoscritto da <strong>gruppo 5+1</strong>, composto da Russia, Cina, Francia, Regno Unito, Germania e Stati Uniti.</p> <p>In questa prima fase la delegazione USA guidata dall&#8217;<strong>inviato speciale</strong> per l&#8217;Iran, Robert Malley, parteciperà ai colloqui in forma indiretta, con i diplomatici degli altri Paesi che faranno da intermediari.</p> <p>Teheran ha sempre rivendicato il diritto a sviluppare un programma nucleare con sole <strong>finalità civili</strong>, che l’accordo internazionale dovrebbe permettere di monitorare.</p> <p>Tuttavia gli ostacoli per un nuovo accordo sono diversi. Da una parte ci sono le forti pressioni di <strong>Israele</strong> nei confronti dei Paesi occidentali che fin dal 2015 ha contestato l’intesa. Sul fronte opposto l’Iran ha irrigidito la sua posizione, denunciando la <strong>controparte statunitense</strong> di aver disatteso gli accordi con l’uscita unilaterale nel 2018 e un inasprimento delle sanzioni, motivo che ha portato al rifiuto di Teheran a trattare direttamente con Washington.</p> </div>