Roma – La rete del ‘Barone nero’, si allarga anche alla Lega. È il “secondo tempo” dell..." />

Roma – La rete del ‘Barone nero’, si allarga anche alla Lega. È il “secondo tempo” dell..." />

Roma – La rete del ‘Barone nero’, si allarga anche alla Lega. È il “secondo tempo” dell...">

Prosegue l’inchiesta sulla Lobby nera: anche la Lega invischiata nelle trame della destra neofascista

Prosegue l’inchiesta sulla Lobby nera: anche la Lega invischiata nelle trame della destra neofascista
in collaborazione con Eunews

<div style="font-size: 17px"><p>Roma &#8211; La rete del ‘Barone nero’, si allarga anche alla <strong>Lega</strong>. È il “secondo tempo” dell’inchiesta giornalistica di <strong>Fanpage</strong> e che ieri è andato in onda nel programma Piazza Pulita su La7. I tentativi di infiltrazione della galassia neofascista ora coinvolgono anche esponenti della Lega come gli eurodeputati <strong>Angelo Ciocca e Silvia Sardone</strong> ma anche il consigliere regionale lombardo <strong>Massimiliano Bastoni</strong> e soprattutto la testa di ponte, l’ex deputato a Bruxelles <strong>Mario Borghezio</strong>.</p> <p><a href="https://www.eunews.it/wp-content/uploads/2021/10/ciocca-Lavarini.jpg"><img loading="lazy" class="size-medium wp-image-160023 alignleft" src="https://www.eunews.it/wp-content/uploads/2021/10/ciocca-Lavarini-300x149.jpg" alt="" width="300" height="149" srcset="https://www.eunews.it/wp-content/uploads/2021/10/ciocca-Lavarini-300x149.jpg 300w, https://www.eunews.it/wp-content/uploads/2021/10/ciocca-Lavarini.jpg 629w" sizes="(max-width: 300px) 100vw, 300px" /></a></p> <p>Grazie alla telecamera nascosta è lui a rivelare che esiste una “terza Lega” (oltre quella istituzionale di Salvini e Giorgetti), più sottotraccia, e che rappresenta la corrente di estrema destra e con stretti legami con la formazione “<strong>Lealtà Azione</strong>”, di chiara <strong>ispirazione neofascista</strong>.</p> <p>Nei filmati girati con una telecamera nascosta si vedono gli esponenti leghisti insieme sempre a <strong>Roberto Jonghi Lavarini</strong> (già indagato dalla procura di Milano con l’europarlamentare di Fratelli d’Italia <strong>Carlo Fidanza</strong>), anello di congiunzione con <strong>l’estrema destra milanese</strong>. Il servizio mostra anche una sequenza di un’iniziativa elettorale vengono consegnati i pacchi dell’associazione no profit del Banco alimentare con i “<a href="https://www.eunews.it/wp-content/uploads/2021/10/Bastoni-Sardone-Pavesi.jpg"><img loading="lazy" class="size-medium wp-image-160024 alignright" src="https://www.eunews.it/wp-content/uploads/2021/10/Bastoni-Sardone-Pavesi-300x164.jpg" alt="" width="300" height="164" srcset="https://www.eunews.it/wp-content/uploads/2021/10/Bastoni-Sardone-Pavesi-300x164.jpg 300w, https://www.eunews.it/wp-content/uploads/2021/10/Bastoni-Sardone-Pavesi.jpg 501w" sizes="(max-width: 300px) 100vw, 300px" /></a>santini” dei candidati spillati.</p> <p>In riferimento alla campagna elettorale di Milano, Jonghi Lavarini è consapevole che certi legami non possono uscire allo scoperto ma rivela che l’estrema destra milanese è in grado di assicurare un pacchetto di <strong>5.000 voti</strong> e che <strong>Ciocca “è il nostro referente politico</strong>”. Intervenuto in studio al telefono, l’europarlamentare ha subito preso le distanze e annunciato già per oggi una denuncia alla magistratura.</p> <p>La seconda puntata si conclude con la richiesta del <strong>finanziamento illecito</strong> da parte di Jonghi Lavarini al giornalista che si era spacciato per un imprenditore.  Operazione da concludere prima dell’apertura <a href="https://www.eunews.it/wp-content/uploads/2021/10/valigia.jpg"><img loading="lazy" class="size-medium wp-image-160025 alignleft" src="https://www.eunews.it/wp-content/uploads/2021/10/valigia-300x233.jpg" alt="" width="300" height="233" srcset="https://www.eunews.it/wp-content/uploads/2021/10/valigia-300x233.jpg 300w, https://www.eunews.it/wp-content/uploads/2021/10/valigia.jpg 401w" sizes="(max-width: 300px) 100vw, 300px" /></a>dei seggi. Il finale è una <strong>valigia rossa</strong> fatta trovare tra i tavolini di un bar: doveva essere piena di soldi e invece conteneva libri sull’olocausto e una copia della Costituzione italiana.</p> <p>&nbsp;</p> </div>