Bruxelles – Il Nord Stream 2 si farà, ma saranno previste sanzioni se la Russia dovesse usare il suo gas per..." />

Bruxelles – Il Nord Stream 2 si farà, ma saranno previste sanzioni se la Russia dovesse usare il suo gas per..." />

Bruxelles – Il Nord Stream 2 si farà, ma saranno previste sanzioni se la Russia dovesse usare il suo gas per...">

Nord Stream 2, da USA e Germania sì al completamento del gasdotto ma previste sanzioni alla Russia in caso di pressioni sull’Ucraina

Nord Stream 2, da USA e Germania sì al completamento del gasdotto ma previste sanzioni alla Russia in caso di pressioni sull’Ucraina
in collaborazione con Eunews

<div style="font-size: 17px"><p>Bruxelles &#8211; Il Nord Stream 2 si farà, ma saranno previste sanzioni se la Russia dovesse usare il suo gas per fare pressioni sui Paesi dell&#8217;Europa centrale e orientale e in particolare sull&#8217;Ucraina. Dopo anni di posizioni inconciliabili, gli <strong>Stati Uniti e la Germania</strong> hanno rivelato mercoledì 21 luglio un accordo per portare a termine i lavori del gasdotto Nord Stream 2, ormai completo quasi al <strong>98 per cento</strong>, ma contro cui gli USA si erano detti molto contrari per i timori di una maggiore influenza geopolitica e dipendenza energetica dell&#8217;Europa dal presidente russo <strong>Vladimir Putin,</strong> attraverso il gas naturale. Mosca è uno dei più grandi esportatori di gas naturale al mondo.</p> <figure id="attachment_133254" aria-describedby="caption-attachment-133254" style="width: 509px" class="wp-caption alignright"><a href="https://www.eunews.it/wp-content/uploads/2020/08/north-stream-2.png"><img loading="lazy" class=" wp-image-133254" src="https://www.eunews.it/wp-content/uploads/2020/08/north-stream-2-300x169.png" alt="" width="509" height="287" srcset="https://www.eunews.it/wp-content/uploads/2020/08/north-stream-2-300x169.png 300w, https://www.eunews.it/wp-content/uploads/2020/08/north-stream-2-768x432.png 768w, https://www.eunews.it/wp-content/uploads/2020/08/north-stream-2-1024x576.png 1024w, https://www.eunews.it/wp-content/uploads/2020/08/north-stream-2-624x351.png 624w, https://www.eunews.it/wp-content/uploads/2020/08/north-stream-2.png 1091w" sizes="(max-width: 509px) 100vw, 509px" /></a><figcaption id="caption-attachment-133254" class="wp-caption-text">Il gasdotto Nord Stream 2 collegherà la Germania alla Russia</figcaption></figure> <p>Il controverso gasdotto guidato dalla compagnia energetica russa<strong> Gazprom</strong>, raddoppierà il volume di gas naturale trasportato dalla Russia alla Germania attraverso il mar Baltico. Replicando, nei fatti, il percorso del gasdotto gemello Nord Stream che è già in attività. <strong>Si parla di circa 55 miliardi di metri cubi all’anno di gas verso la Germania a capacità massima</strong>. In una <a href="https://www.auswaertiges-amt.de/en/newsroom/news/joint-statement-usa-and-germany/2472084" target="_blank" rel="noopener">nota congiunta pubblicata</a> ieri in serata, Berlino si è impegnata a rispondere a qualsiasi tentativo della Russia di usare l&#8217;energia come arma geopolitica contro l&#8217;Ucraina e altri paesi dell&#8217;Europa centrale e orientale.</p> <p>&#8220;Ci impegniamo a lavorare insieme per garantire che <strong>gli Stati Uniti e la Unione Europea</strong> possano rispondere insieme all&#8217;aggressione russa e alle attività maligne, <strong>compresi gli sforzi russi per usare l&#8217;energia come arma&#8221;,</strong> si legge nel comunicato. Se la Russia tenterà di utilizzare l&#8217;energia come arma o &#8220;commetterà ulteriori atti aggressivi contro l&#8217;Ucraina&#8221; come <strong>l&#8217;annessione illegale della penisola di Crimea nel 2014</strong> &#8220;la Germania agirà a livello nazionale e premerà per misure efficaci a livello europeo, comprese sanzioni, per limitare le capacità di esportazione russa in Europa nel settore energetico, compreso il gas. &#8220;Questo impegno&#8221;, conclude la nota, &#8220;è progettato per garantire che la Russia non utilizzi impropriamente alcun gasdotto, incluso il Nord Stream 2, <strong>per raggiungere obiettivi politici aggressivi utilizzando l&#8217;energia come arma&#8221;.</strong></p> <p>L&#8217;accordo tra Berlino e Washington cerca di rassicurare chi teme &#8211; anche negli Stati Uniti &#8211; i pericoli strategici del gasdotto da 11 miliardi di dollari. In caso di sanzione, Berlino promette dunque <strong>di limitare il flusso di gas russo in arrivo in Germania ed eventualmente trascinare il caso a Bruxelles per chiedere misure comuni europee</strong>. Le Istituzioni di Bruxelles per ora se ne sono chiamate fuori, il progetto è nazionale e riguarda solo la Germania e soprattutto l&#8217;UE ritiene che un nuovo gasdotto non sia necessario per l’approvvigionamento energetico del Continente. Negli ultimi dieci anni ha investito “in altri gasdotti, terminali di importazione di gas naturale liquefatto (GNL) e interconnettori in Europa che assicurano forniture sufficienti per soddisfare le esigenze energetiche del Continente”, ha chiarito <strong>Ditte Juul Jorgense</strong>n, direttore generale del dipartimento per l’energia della Commissione europea in audizione in Parlamento Ue qualche mese fa.</p> <p>Berlino prevede di nominare inoltre un <strong>inviato speciale incaricato di sostenere progetti energetici bilaterali con l&#8217;Ucraina,</strong> con un budget di 70 milioni di dollari e anche un Fondo verde per l&#8217;Ucraina per sostenere la transizione energetica, l&#8217;efficienza energetica e la sicurezza energetica dell&#8217;Ucraina con una dotazione iniziale di almeno 170 milioni di dollari. Nonostante le promesse, l&#8217;Ucraina non sembra aver preso bene la notizia definendo il Nord Stream 2 <strong>&#8220;un’arma geopolitica che sarà senz’altro usata contro l’Ucraina e contro l’Europa&#8221;,</strong> ha detto Andriy Yermak, il capo di gabinetto del presidente ucraino.</p> </div>