dall’inviato Strasburgo – Impossibile parlare di vere e proprie rivoluzioni immediate, ma l..." />

dall’inviato Strasburgo – Impossibile parlare di vere e proprie rivoluzioni immediate, ma l..." />

dall’inviato Strasburgo – Impossibile parlare di vere e proprie rivoluzioni immediate, ma l...">

Moretti (PD/S&D): “Piano per la lotta al cancro pilastro dell’Unione europea della salute”

Moretti (PD/S&D): “Piano per la lotta al cancro pilastro dell’Unione europea della salute”
in collaborazione con Eunews

<div style="font-size: 17px"><p><em>dall&#8217;inviato</em> Strasburgo &#8211; Impossibile parlare di vere e proprie rivoluzioni immediate, ma l&#8217;Europa muove un passo importante nella creazione di un&#8217;<a href="https://www.eunews.it/2020/11/11/piu-europa-nella-salute-piano-della-commissione-ue-gestire-insieme-le-emergenze-sanitarie/137445" target="_blank" rel="noopener">Unione della salute</a>. La portata del piano per la prevenzione e la lotta al cancro è solo l&#8217;inizio di un cambiamento epocale. Parola di Alessandra Moretti, europarlamentare del PD e coordinatrice per il settore del gruppo S&amp;D, consapevole di limiti giuridici e dell&#8217;impatto del provvedimento adottato dall&#8217;Aula. &#8220;Sulla salute gli Stati conservano competenza esclusiva, è vero, ma questo piano rappresenta il pilastro dell&#8217;Unione europea della salute&#8221;, dice nell&#8217;intervista concessa a Eunews. &#8220;Col COVID si è capito quanto sia fondamentale la salute, tanto che adesso i cittadini chiedono un&#8217;Europa più protagonista. E&#8217; un primo passo&#8221;.</p> <p><strong>Eunews: Questo piano non è un testo legislativo. Quindi che messaggio arriva da Strasburgo?</strong></p> <p>Alessandra Moretti: &#8220;Intanto il Parlamento investe quattro miliardi di euro sul cancro, e manda un forte messaggio alla Commissione europea. Questo non vuol dire che seguirà un testo legislativo, il piano serve per i futuri file regolatori, future direttive e proposte di regolamenti che avranno ricadute positive sulla vita dei cittadini&#8221;.</p> <p><strong>E: Un esempio?</strong></p> <p>AM: &#8220;Educazione. Qui si parla di prevenzione, e la prevenzione passa anche per campagne informative, corretti stili di vita e alimentari. Si pone l&#8217;accento sul problema dell&#8217;obesità tra i bambini, la necessità di attività sportive, promozione nelle scuole&#8221;.</p> <p><strong>E: Ci saranno quattro miliardi di euro solo per il cancro. Da dove arrivano?</strong></p> <p>AM: &#8220;Dal bilancio pluriennale dell&#8217;UE. Arrivano dal programma per la ricerca Horizon, per favorire ricerca scientifica, sviluppo di cure innovative, screening preventivi, focus su tumori pediatrici&#8221;.</p> <p><strong>E: Possiamo immaginare che da oggi in poi ogni bilancio pluriennale avrà un capitolo specifico sul tema tumori?</strong></p> <p>AM: &#8220;Proprio perché dobbiamo costruire l&#8217;Unione della Salute, dovremo costituire una commissione parlamentare Salute permanente, <a href="https://www.europarl.europa.eu/committees/en/envi/about" target="_blank" rel="noopener">che oggi non c&#8217;è. E&#8217; accorpata alla commissione Ambiente</a>. In questo modo, con una commissione Salute permanente, si può avere più voce in capitolo sul bilancio e su questo tema in particolare. Lavorerò per questo, per questa commissione che oggi non c&#8217;è&#8221;.</p> <p><strong>E: L&#8217;Unione della Salute intende rispondere alle emergenze. Siamo in emergenza tumori?</strong></p> <p>AM: &#8220;Nell&#8217;UE si registrano più di 100 milioni di diagnosi mancate negli ultimi due anni a causa della pandemia. Solo in Italia ci sono 600mila interventi mancati e altrettanti casi di screening non eseguiti. Vuol dire che avremo un&#8217;emergenza nei prossimi anni, e il numero dei casi non diminuirà. Per questo abbiamo forzato la mano sulla prevenzione. Non dimentichiamo che il 40 per cento dei casi potrebbe essere evitato&#8221;.</p> <p><strong>E: Come ha preso il fatto che si sia parlato tanto di vino?</strong></p> <p>AM: &#8220;Mi è dispiaciuto molto. E&#8217; stato fatto un lavoro molto equilibrato, il testo così com&#8217;era era completo. Purtroppo una parte della politica strumentalizza le cose ben fatte e mortifica il proprio lavoro. Qui l&#8217;interesse è la salute dei cittadini, non ci possono essere altri interessi. Ho trovato inutili gli emendamenti (in materia, ndr), non si parlava di bollino nero. Il testo andava votato così com&#8217;era. C&#8217;è evidenza scientifica sulla natura cancerogena di determinati elementi. La politica deve schierarsi sempre dalla parte della scienza, e poi decidere. Ma il consumatore deve essere informato, e sapere che non bisogna abusare di dati elementi&#8221;.</p> <p><strong>E: Diritto all&#8217;oblio. Onorevole Moretti, perché è così importante? Cosa non va in Europa?</strong></p> <p>AM: &#8220;C&#8217;è una discriminazione che subisce la persona guarita dal cancro, con la negazione di diritto come l&#8217;accesso al mutuo o all&#8217;assicurazione. In alcuni Stati questa battaglia è stata vinta, ma dobbiamo garantire a tutti questa vittoria. Ecco perché dopo la guarigione queste informazione devono poter sparire dalle cartelle cliniche. E&#8217; una battaglia giusta da portare avanti&#8221;.</p> </div>