Zimbabwe lunedì alle urne per eleggere successore Mugabe

Zimbabwe lunedì alle urne per eleggere successore Mugabe
di Askanews

Harare, 28 lug. (askanews) - Lo Zimbabawe affronta lunedì le prime elezioni presidenziali, politiche e locali dalla caduta del regime del presidente Robert Mugabe, in una vigilia di tensione per le voci di brogli elettorali e di un risultato che si preannuncia comunque equilibrato.Ad affrontarsi sono l'attuale Capo di Stato ad interim Emmerson Mnangagwa, ex alleato di Mugabe ed attuale leader del partito al potere, lo Zanu-Pf, e Nelson Chamisa, alla guida del partito di opposizione Mdc.Mnangagwa ha dalla sua l'apparato dello Stato e il sostegno dei militari, gli stessi che nello scorso novembre hanno di fatto costretto un riluttante Mugabe a farsi da parte; tuttavia Chamisa spera di far suo il voto dei giovani, che potrebbero decidere per un cambiamento che escluda dal potere lo Zanu-Pf, al governo dal 1980.Tra le sfide che il prossimo governo dovrà affrontare vi sono la disoccupazione di massa, un'economia che le riforme di Mugabe hanno messo in ginocchio, un'agricoltura al collasso, l'iperinflazione e la fuga di capitali all'estero; anche i servizi sanitari e dell'istruzione, in passato di qualità, stanno attraversando un grave degrado.Nonostante le accuse di registri elettorali sbagliati, intimidazioni agli elettori e parzialità della Commissione elettorale la campagna elettorale si è svolta con relativa tranquillità. Secondo alcuni analisti lo stesso governo auspica un voto credibile che ponga fine a all'isolamento internazionale del Paese: Mnangagwa si è impegnato personalmente a tenere delle elezioni eque e trasparenti, invitando degli osservatori internazionali fra cui quelli dell'Unione Europea, in precedenza sempre vietati da Mugabe.Stando agli ultimi sondaggi, per quanto non molto affidabili, Mnangagwa avrebbe il 40% delle preferenze contro un 37% di Chamisa, ma un 20% dell'elettorato appare ancora indeciso. I risultati del voto non saranno resi noti prima del 4 agosto, con un ballottaggio delle presidenziali in programma l'8 settembre se nessuno dei due rivali avrà raccolto almeno il 50% delle preferenze.(fonte Afp)