Usa riaprono caso Natalie Wood, nel mirino ex marito Robert Wagner

Usa riaprono caso Natalie Wood, nel mirino ex marito Robert Wagner
di Askanews

Roma, 2 feb. (askanews) - La polizia Usa ha stabilito che l'attore Robert Wagner è una "persona di interesse" nel caso relativo all'annegamento della moglie Natalie Wood, leggendaria star del cinema, la cui morte, avvenuta nel 1981, resta uno dei misteri di Hollywood. Ci sarebbero nuove testimonianze sulle circostanze della morte di Wood, annegata a novembre 1981 durante una gita sul suo yacht con Wagner, l'attore Christopher Walken e il capitano dell'imbarcazione, ha annunciato la polizia della California. Wagner, 87 anni, è ora una "persona d'interesse", che non ne fa (ancora) un indagato, ed è stata effettuata una nuova "ricostruzione degli eventi", ha detto la portavoce del Dipartimento dello sceriffo di Los Angeles Nicole Nishida.Wood era una delle grandi attrici della sua epoca, fu protagonista con James Dean di "Gioventù bruciata" e star del musical "West Side Story". Ebbe tre nomination all'Oscar. La sua morte causò un grande shock in America.Gli inquirenti inizialmente parlarono di un incidente quando il corpo dell'attrice fu ripescato al largo dell'isola di Santa Catalina, di fronte al sud della California, dopo una serata di bevute a bordo dello yacht. L'inchiesta fu riaperta nel 2011 dopo che il capitano affermò di aver sentito la coppia litigare quella notte. Il certificato di morte di Wood fu cambiato nel 2012 indicando come cause della morte "annegamento e altri fattori non determinati".Ora "per la prima volta abbiamo testimonianze che forniscono una diversa ricostruzione degli eventi sullo yacht quella notte" ha detto Nishida. Un testimone ha riferito di urla e fragori provenienti dalla cabina della coppia. Altri testimoni hanno detto di aver identificato poco dopo un uomo e una donna che litigavano a poppa e di ritenere che le voci fossero quelle di Wood and Wagner. "Le dichiarazioni dei nuovi testimoni differiscono dalla versione originale riferita dai testimoni precedenti, tra cui gli individui sull'imbarcazione" ha detto Nishida. Da tempo Wagner è sospettato di non aver detto al verità su ciò che accadde quella notte. "Abbiamo prove sufficienti per fare un arresto ora? No. Resta un indagine per morte sospetta. Tuttavia, sappiamo come poliziotti che anche i casi più difficili possono essere risolto se si fanno avanti testimoni" ha detto Nishida.(fonte Afp)