L'annuncio della Casa Bianca: “Gli Usa riaprono ai turisti ma solo se completamente vaccinati contro covid”

Per entrare nel Paese si dovrà presentare documentazione che provi l'avvenuta vaccinazione ed i risultati di test negativi effettuati entro le 72 ore prima della partenza

Aeroporto
Aeroporto (Foto Ansa)
TiscaliNews

Buone notizie per coloro che stanno progettando un viaggio di piacere negli Stati Uniti. Il coordinatore della team della Casa Bianca per la lotta al Covid, Jeff Zients, ha annunciato che dall'inizio di novembre i turisti internazionali completamente vaccinati potranno entrare nel Paese. Sarà il Centers for Disease and Prevention a determinare cosa si intende per pienamente vaccinati.

La prova del vaccino

I viaggiatori internazionali - Europa, Gran Bretagna, Cina, Iran e Brasile - che entreranno negli Stati Uniti dovranno presentare la prova del vaccino prima dell'imbarco, insieme all'esito negativo di un test per il Covid condotto nei tre giorni precedenti al viaggio, afferma il coordinatore della risposta al Covid della Casa Bianca, Jeff Zients.

Stop alla quarantena

Nell'annunciare l'allentamento delle restrizioni, l'amministrazione Biden mette in evidenza che i cittadini americani non vaccinati avranno bisogno di un test il giorno prima di partire per gli Usa. Saranno le compagnie aeree, in base alle disposizioni, a dover raccogliere le informazioni dei passeggeri per facilitare il tracciamento. Non verranno quindi più richieste quarantene, ha aggiunto precisando che questi protocolli "proteggeranno gli americani in patria e rafforzeranno la sicurezza dei trasporti internazionali".

Le pressioni 

L'annuncio arriva dopo mesi di pressione da parte dell'industria turistica americana e richieste da parte dell'Unione Europea che chiedeva reciprocità delle misure adottate da Bruxelles per aprire ai viaggiatori provenienti dagli Usa.