Usa, la polizia cattura una criminale attirandola con Pokemon Go

Usa, la polizia cattura una criminale attirandola con Pokemon Go
di Askanews

New York, 9 ago. (askanews) - Pokemon Go è ormai una mania. Ogni giorno si leggono storie che sfiorano l'inverosimile, ma quella che ha come protagonista il dipartimento di polizia di Smithfield, in Virginia, è assolutamente unica, almeno per ora. Gli agenti sono infatti riusciti ad arrestare una criminale su cui pendeva un mandato d'arresto proprio sfruttando il celebre gioco.Circa un mese fa, sulla pagina Facebook del dipartimento di Smithfield è stato pubblicato un post nel quale hanno svelato la presenza di un un rarissimo Pokemon, Ditto, all'interno della loro centrale. Vista la rarità dell'esemplare il dipartimento ha specificato nello stesso post di aver elaborato tramite i propri computer "una lista ridotta di otto persone" che avrebbero potuto catturare il Pokemon.La lista in questione era ovviamente fittizia perché i "fortunati cittadini" altro non erano che ricercati per reati minori su cui pendeva un mandato di cattura. Eppure il post ha avuto in breve tempo grande popolarità e come riporta BuzzFeed la sorella di una ricercata, leggendolo, l'ha avvisata che era nella lista dei fortunati.Presa dall'eccitazione, la donna, di cui non sono state fornite le generalità, si è recata alla stazione di polizia, dove ad attenderla c'erano però le manette e non il rarissimo Pokemon. L'idea del post è nata dal sergente Bryan Miller, amministratore della pagina Facebook del dipartimento di polizia di Smithfield, che al quotidiano locale Virginian Pilot ha dichiarato: "Non avevo idea che la cosa sarebbe esplosa così".