Il colosso cinese Huawei inserito nella lista nera americana per motivi di sicurezza

Il gigante delle telecomunicazioni non potrà acquistare parti e componenti da società statunitensi senza l'approvazione del governo Usa

Il colosso cinese Huawei inserito nella lista nera americana per motivi di sicurezza
di Tiscali News

Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti ha annunciato oggi di aver inserito Huawei e 70 sue affiliate alla propria cosiddetta "Entity List", una mossa che vieta al gigante delle telecomunicazioni di acquistare parti e componenti da società statunitensi senza l'approvazione del governo degli Stati Uniti. Lo riporta il sito online dell'agenzia Reuters.

Colosso cinese con le mani legate

Funzionari degli Stati Uniti hanno detto a Reuters che la decisione renderebbe anche difficile se non impossibile per Huawei, il più grande produttore di apparecchiature per le telecomunicazioni al mondo, vendere alcuni prodotti a causa della dipendenza dai fornitori statunitensi. Secondo l'ordine che entrerà in vigore nei prossimi giorni, Huawei avrà bisogno di una licenza governativa degli Stati Uniti per acquistare la tecnologia americana.

Sicurezza per gli Stati Uniti

Huawei non ha immediatamente commentato, riporta ancora Reuters, aggiungendo che il segretario al Commercio Wilbur Ross ha affermato in una dichiarazione che il presidente Donald Trump ha appoggiato la decisione che "impedirà alla tecnologia americana di essere utilizzata da entità di proprietà straniera in modi che potenzialmente minano gli interessi di sicurezza nazionale o di politica estera degli Stati Uniti".

La replica di Huawei

Il divieto di operare negli Usa finirà per danneggiare imprese e consumatori frenando gli sforzi per sviluppare il 5G. Così Huawei replica all'iscrizione sua e di 70 affiliate nella 'Entity List', lista nera del commercio americano. "Limitare Huawei non renderà gli Usa più sicuri o più forti, ma servirà solo a limitare gli Usa ad alternative inferiori, ma più costose, lasciando in ritardo il Paese nella distribuzione del 5G", oltre a creare "altre gravi questioni legali". "Huawei è un impareggiabile leader nel 5G", lo standard di ultima generazione delle tlc integrate. "Siamo pronti è desiderosi di misurarci con il governo americano su effettive misure per assicurare la sicurezza dei prodotti", si legge in una nota della compagnia cinese di Shenzhen. Limitare Huawei dall'operare negli Stati Uniti "danneggerà eventualmente gli interessi delle compagnie e dei consumatori americani. In aggiunta, le irragionevoli restrizioni violeranno i diritti di Huawei e solleveranno altre gravi questioni legali".