Usa 2020, scivolone di Biden in tv: chiama Trump George

Usa 2020, scivolone di Biden in tv: chiama Trump George
di Askanews

Roma, 26 ott. (askanews) - Nel corso di un'intervista tv il candidato Democratico alla Casa Bianca Joe Biden ha commesso una gaffe che né lo sfidante Donald Trump né il web e i social hanno intenzione di fargli passare liscia. "Ancora quattro anni di George...ehm George e saremo nella posizione che se Trump verrà rieletto ci troveremo in un mondo diverso", ha detto Biden mentre la moglie Jill sembrava suggerirgli il nome giusto dell'inquilino della White House.Il presidente uscente Donald Trump non si è lasciato sfuggire l'occasione per ridicolizzare il rivale e su Twitter ha scritto "Joe Biden mi ha chiamato George ieri. Non è riuscito a ricordarsi il mio nome. E' stato aiutato dal presentatore per superare l'intervista. Il Cartello delle Fake News sta cercando di coprirlo".La gaffe di Biden è stata immediatamente ripresa dai social network dove molti utenti hanno attaccato il candidato sostenendo che Biden avesse scambiato Trump per George Bush e ipotizzando che soffra di demenza e non sia idoneo a svolgere un compito di massima importanza come il presidente di una nazione.Lo scivolone ha sicuramente riportato in auge i dubbi sulla salute del 77enne, un tema che lo stesso Trump ha più volte riproposto in campagna elettorale.Non è la prima volta che Biden fa degli svarioni. Il Daily Mail propone un lungo elenco che va dalle gaffe sulle minoranze, come quando in Iowa davanti alla Commissione Asia-Latinos sostenne che "i bambini poveri sono intelligenti e talentuosi come quelli bianchi", fino all'errore storico di dire che era vicepresidente durante la sparatoria alla Parkland school avvenuta nel 2018, confondendo l'evento con la tragedia avvenuta nel dicembre 2012 alla Sandy Hook Elementary School in Connecticut.E ancora quando il 24 agosto ha scambiato il New Hampshire per il Vermont. O il 25 settembre quando Biden è sembrato confuso sul nome dell'ultima nomina a giudice della Corte Suprema scelto da Obama. A febbraio, poi, aveva dichiarato di aver lavorato con il leader cinese Deng Xiaoping all'accordo sul clima del 2015, ma Deng è morto nel 1997.Nel corso di un comizio lo scorso 4 marzo ha confuso la miglie con la sorella. E ad aprile è sembrato dimenticare il nome di Obama durante un dibattito sulla Crimea.