Caos sul killer di Capodanno, il ministro degli Esteri turco annuncia: “L’attentatore è stato identificato”

Dopo le due gaffe Mevlut Cavusoglu non ha voluto diffondere il nome né altri dettagli sulla persona che risulta essere ancora ricercata

Caos sul killer di Capodanno, il ministro degli Esteri turco annuncia: “L’attentatore è stato identificato”
TiscaliNews

L'identità dell'autore della strage di Capodanno a Istanbul è stata accertata. A darne notizia, senza fornito il nome né altri dettagli sulla persona identificata che risulta essere ancora ricercata, è stato il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu, intervistato dall'agenzia Anadolu. Stando a quanto riferito dall'agenzia Dogan l'antiterrorismo sarebbe particolarmente impegnata e, nelle ultime ore avrebbe fermato almeno 27 persone, ritenute legate al killer. L'operazione è stata condotta nella provincia egea di Smirne e riguarda anche 3 famiglie straniere - comprese donne e bambini - che erano in contatto con l'attentatore a Konya, dove a fine novembre si era trasferito con moglie e figli. Queste famiglie erano fuggite verso Smirne dopo l'attacco al nightclub 'Reina' e risultavano ricercate. I fermati per legami a vario titolo con il killer salgono così ad almeno 43.

L’annuncio dell’identificazione giunge dopo ben due gaffe

L’ultimo sospettato, il 28enne kirghiso Ihake Mashrapov, arrestato con l’accusa di esser il killer di Capodanno, è stato rilasciato. "Era solo una somiglianza - ha detto lui stesso ai giornalisti - sono stato rilasciato dopo un controllo all'aeroporto di Istanbul".

Intanto continua la caccia al killer di Capodanno

Il vero attentatore, per gli inquirenti, ha un passato in Siria, dove l'Isis lo avrebbe addestrato per la strage. Ma sullo scambio di persona le autorità turche continuano a mantenere un rigido silenzio. Forse, suggeriscono alcuni esperti, per far credere al killer che la polizia non sia così vicina alla sua cattura inducendolo a qualche passo falso.

La Turchia appare sempre più nel mirino

Nel 2016, ha detto oggi il ministro dell'Interno, sono stati sventati 339 grossi attentati di diversa matrice. In settimana, è atteso pure il via libera del Parlamento a una nuova proroga di 3 mesi dello stato d'emergenza, dichiarato dopo il fallito golpe del 15 luglio.