"Tenet", la sfida di Nolan per riportare gli spettatori in sala

di Askanews

Roma, 25 ago. (askanews) - E' il film al quale tutto il mondo guarda perché "Tenet" dovrebbe riportare finalmente gli spettatori nei cinema, dopo mesi di blocco dell'industria cinematografica e la chiusura delle sale per l'emergenza Covid. L'opera di Christopher Nolan ha tutta la potenza per farlo: è un thriller adrenalinico, pieno di azione, che unisce spionaggio e fantascienza, basato sul concetto di un tempo non progressivo e inalterabile ma modificabile e invertibile.Il protagonista interpretato da John David Washington è coinvolto in una missione che attraversa il crepuscolare mondo dello spionaggio internazionale, e che si svolgerà, appunto, al di là del tempo reale. Solo il regista de "Il cavaliere oscuro" e "Interstellar" poteva dar vita ad un film così spettacolare e così complesso, proponendo allo spettatore riflessioni su libero arbitrio, sul passato e sul futuro, sulla necessità di conoscere o ignorare.In Italia "Tenet", interpretato fra gli altri da Robert Pattinson, Elizabeth Debicki e dal "cattivo" Kenneth Branagh, esce il 26 agosto distribuito dalla Warner Bros, mentre negli Stati Uniti arriverà il 3 settembre. Costato 220 milioni di dollari e girato in sette Paesi differenti "Tenet" è per il regista inglese anche un omaggio alla saga di James Bond. Ma è soprattutto una nuova scommessa per il geniale e coraggioso Nolan, che ha insistito molto per fare debuttare il proprio film il prima possibile in modo da richiamare gli spettatori nelle sale. Da lui, che è stato capace di riscrivere i codici della fantascienza e ha rivoluzionato il mito dei supereori, ora tutti attendono il miracolo: ridare vita al cinema nelle sale di tutto il mondo.