Sparatoria a Los Angeles, dodici vittime oltre all'assalitore

Codice da incorporare:
di Askanews

Los Angeles, (askanews) - Strage in un bar frequentato da studenti in California. Continua a salire il bilancio della vittime della sparatoria all'interno del Borderline Bar and Grill di Thousand Oaks, nei pressi di Los Angeles, dove un uomo ha fatto irruzione durante una serata per universitari e ha aperto il fuoco sulla folla. L'uomo ha ucciso 12 persone oltre all'agente di polizia intervenuto sulla scena, ha detto lo sceriffo della contea di Ventura Geoff Dean. Ci sono anche dieci feriti. La polizia ha affermanto che l'aggressore è stato trovato morto e che al momento non è chiaro se sia stato abbattuto dagli agenti o si sia suicidato."L'ho visto entrare, era vesitito di nero, portava degli occhiali e una t-shirt nera. Ha tirato fuori un'arma e ha cominciato a sparare, ho visto che colpiva la ragazza all'ingresso", ha raccontato un testimone.La sparatoria è la seconda in due settimane negli Stati uniti, dopo l'attacco alla singagoga di Pittsburgh in cui sono morte 11 persone. Al momento non ci sono motivi per pensare a un legame col terrorismo anche se la Fbi non esclude alcuna pista.L'aggressore è entrato nel locale pieno di ragazzi alle 23:30 ora locale, ha lanciato fumogeni e ha sparato almeno 30 colpi.