Tiscali.it
SEGUICI

Siccità in Amazzonia, la crisi potrebbe seguire fino a gennaio

di Ansa   
Siccità in Amazzonia, la crisi potrebbe seguire fino a gennaio

(ANSA) - SAN PAOLO, 30 SET - La grave siccità che colpisce in queste settimane l'Amazzonia a causa del passaggio del fenomeno meteorologico del Niño potrebbe prolungarsi fino a gennaio, secondo una previsione del Centro di monitoraggio e allerta per i disastri naturali (Cemaden) del governo federale del Brasile. La situazione di diversi fiumi strategici per l'equilibrio ambientale di tutta la regione è considerata inoltre già critica, con portate inferiori alla media storica.

In questo scenario, prevede il Cemaden, il numero di comuni colpiti dalla siccità potrebbe aumentare ulteriormente entro la fine dell'anno con un forte impatto sulla navigazione e l'accesso all'acqua e un aumento del pericolo di incendi. Nel solo stato di Amazonas, il governo stima che la popolazione colpita raggiungerà le 500mila persone nel mese di ottobre mentre a Manaus e Rio Branco è già stato dichiarato lo stato di emergenza. "È possibile che questa situazione peggiori fino a dicembre o gennaio e inizi a indebolirsi solo a partire da marzo o aprile 2024", ha affermato la ricercatrice del Cemaden, Ana Paula Cunha, citata dal portale G1. In questo senso, ha aggiunto Cunha, la siccità di quest'anno "potrebbe superare quella record registrata nel 2015 e nel 2016", anche allora causata dal passaggio del Niño. Finora l'emergenza siccità è stata dichiarata in 15 comuni dello stato di Amazonas, con 111mila persone colpite, e il governo brasiliano ha già annunciato l'invio di aiuti umanitari. (ANSA). .

di Ansa   

I più recenti

India, incontro pubblico con il Dalai Lama nel Giorno delle offerte
India, incontro pubblico con il Dalai Lama nel Giorno delle offerte
Ambiente, in Francia va in scena Cenerentola, balletto riciclabile
Ambiente, in Francia va in scena Cenerentola, balletto riciclabile
Zelensky, 'Mosca conosceva i piani per la controffensiva'
Zelensky, 'Mosca conosceva i piani per la controffensiva'
Zelensky, 'Meloni è con noi ma in Italia molti pro-Putin'
Zelensky, 'Meloni è con noi ma in Italia molti pro-Putin'

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...