Tiscali.it
SEGUICI

Seul conferma bando prodotti ittici giapponesi da Fukushima

di Ansa   
Seul conferma bando prodotti ittici giapponesi da Fukushima

(ANSA) - TOKYO, 01 APR - La Corea del Sud manterrà il divieto all'importazione dei prodotti ittici giapponesi provenienti dalle aree colpite dalla crisi nucleare di Fukushima del 2011, mentre il Giappone si appresta a rilasciare in mare l'acqua radioattiva utilizzata per raffreddare la centrale danneggiata. A poco, dunque, è servito il vertice bilaterale all'inizio di marzo nel Paese del Sol Levante tra il presidente Yoon Suk Yeol e il premier nipponico Fumio Kishida, raccontano i media nipponici, che Tokyo sperava servisse ad allentare le restrizioni sull'industria locale della pesca. I partiti di opposizione sudcoreani hanno espresso forte contrarietà a ogni possibile mossa in direzione di un allentamento, criticando Yoon per non aver respinto la richiesta durante l'incontro a Tokyo con Kishida.

Il presidente coreano ha dichiarato che la salute e la sicurezza del popolo coreano costituiscono la priorità, e che non vi sarà alcun cambiamento nella politica dell'esecutivo a questo riguardo. Seul attualmente vieta le importazioni di pesce da otto prefetture del Giappone, tra cui Fukushima, Iwate e Miyagi, nell'area attorno alla centrale. Durante il vertice del 16 marzo a Tokyo, il premier giapponese aveva auspicato che "le restrizioni fossero allentate in conformità con le prove scientifiche". Secondo il ministero dell'Agricoltura giapponese, la Corea del Sud è uno dei 12 Paesi che impongono specifiche restrizioni sulle importazioni di prodotti alimentari in relazione all'incidente nucleare. Il previsto riversamento in mare dell'acqua trattata dalla centrale di Fukushima Daiichi è giudicata una decisione controversa da diversi Paesi vicini del Giappone, tra i quali la Cina e la Russia. Un sistema avanzato di filtraggio riesce a rimuovere infatti gran parte degli elementi nocivi presenti nel liquido, tranne il trizio, un isotopo radioattivo dell'idrogeno. Ma il governo di Tokyo sostiene che la diluizione e lo smaltimento del liquido nell'arco di decenni non è nocivo all'ecosistema. Il rilascio dell'acqua contaminata nell'Oceano Pacifico è programmato tra la primavera e l'estate di quest'anno. (ANSA). .

di Ansa   
I più recenti
Macron, non credo si arriverà a escalation con Mosca
Macron, non credo si arriverà a escalation con Mosca
Macron: l'Ucraina deve poter neutralizzare le basi in Russia
Macron: l'Ucraina deve poter neutralizzare le basi in Russia
L'ambasciatore Usa Markell: Grati all'Italia per aiuto su restauro Cattedrale Odessa
L'ambasciatore Usa Markell: Grati all'Italia per aiuto su restauro Cattedrale Odessa
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...