Russiagate, parte processo Manafort

Russiagate, parte processo Manafort
di Ansa

(ANSA) - WASHINGTON, 31 LUG - Nessuna chance di un accordo e di una collaborazione con gli investigatori che indagano sul Russiagate, ammettendo almeno una parte delle proprie responsabilità: questa la posizione ribadita da Paul Manafort, l'ex manager della campagna presidenziale di Donald Trump, nel giorno in chi a Washington si apre il processo nei suoi confronti. Molti i capi di accusa - ben 18 - per il lobbysta che ora rischia fino a 100 anni di carcere per i reati di frode bancaria ed evasione fiscale. Nel mirino soprattutto i soldi ricevuti dall'allora governo filo-russo in Ucraina. Ma a settembre scatterà un secondo processo nei suoi confronti, nel corso del quale dovrà rispondere sulle interferenze russe nelle presidenziali del 2016.