Tiscali.it
SEGUICI

Russia mette al bando il movimento Lgbt: "organizzazione estremista"

di Askanews   
Russia mette al bando il movimento Lgbt: 'organizzazione estremista'

Milano, 30 nov. (askanews) - La Corte Suprema della Federazione Russa ha riconosciuto il movimento internazionale LGBT come "un'organizzazione estremista" e lo ha bandito in Russia. Lo riferisce un corrispondente della RIA Novosti."Le richieste devono essere accolte: si riconosce il movimento pubblico internazionale delle persone LGBT come organizzazione estremista e vietare le sue attività in Russia", ha annunciato il giudice. Ha aggiunto che la decisione deve essere "attuata con effetto immediato".La Corte suprema russa ha riconosciuto quindi il movimento Lgbt come organizzazione estremista e l'ha bandito: la decisione conferma che la crociata di Mosca contro il movimento stesso ha raggiunto il suo apice.

Il Cremlino per bocca del suo portavoce Dmitry Peskov ha chiarito: "Non stiamo monitorando. Non ci sono commenti".La sentenza contraddice inoltre l'opinione sempre più fievole, espressa sinora da chi considerava le decisioni di Mosca contro la comunità Lgbt soltanto 'scartoffie', prive di qualsiasi fondamento e senza riscontro nella vita di tutti i giorni nel Paese. La capitale Mosca, ma anche San Pietroburgo, sino a pochi anni fa erano infatti note a livello internazionale per una vivace anche se sommersa "dolcevita gay", con saune a tema e discoteche come la moscovita "Propaganda".Il servizio stampa del tribunale ha chiarito a Ria Novosti che all'udienza ha preso parte solo un rappresentante del ministero della Giustizia, non c'era nessuno per l'imputato, ovvero il movimento. L'incontro si è svolto a porte chiuse, è durato più di quattro ore e il materiale sul caso superava i 20 volumi.È stato lo stesso ministero della Giustizia a intentare una causa contro il movimento Lgbt. Come riferito in precedenza dal dicastero, nelle attività del movimento Lgbt sul territorio della Federazione Russa: "sono stati identificati vari segnali e manifestazioni di un orientamento estremista, compreso l'incitamento all'odio sociale e religioso", era la motivazione. Per l'incitazione all'odio sociale e religioso la legge russa prevede severe sanzioni e la reclusione.

di Askanews   

I più recenti

Banca mondiale, necessari più fondi per favorire l'occupazione
Banca mondiale, necessari più fondi per favorire l'occupazione
'Usa valutano la possibilità di lanciare aiuti a Gaza da aerei'
'Usa valutano la possibilità di lanciare aiuti a Gaza da aerei'
La Colombia annuncia la liberazione di 26 ostaggi dell'Eln
La Colombia annuncia la liberazione di 26 ostaggi dell'Eln
Paura nella comunità amish negli Usa, uccisa una donna incinta
Paura nella comunità amish negli Usa, uccisa una donna incinta

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...