“Non voglio andare in guerra a uccidere per Putin”, rapper russo si toglie la vita

Drammatico video pubblicato su Telegram quando ormai era già morto

“Non voglio andare in guerra a uccidere per Putin”, rapper russo si toglie la vita
Il rapper russo Ivan Petunin (Ansa)
TiscaliNews

Shock in Russia per il suicidio del giovane rapper Ivan Petunin, che si è tolto la vita in segno di protesta contro la guerra: "Non sono pronto a uccidere", ha detto in un video postato sui social prima di morire e diventato virale in tutto il mondo. Ne ha dato notizia Nexta.tv.

L’ultimo messaggio sui social

Petunin, 27 anni, detto walkie, era nato nel 1995, aveva pubblicato il suo album Mental nel 2018. Ieri Ivan, che aveva prestato servizio nell'esercito russo, ha pubblicato su Telegram un video in cui annunciava il peggio: "Se stai guardando questo video non sono più vivo, non posso prendere il peccato dell'omicidio sulla mia anima e non voglio. Non sono pronto a uccidere per nessun ideale", ha detto. Si è suicidato a Krasnodar.