Peru', Castillo: "Illegale la perquisizione nel palazzo presidenziale"

di Ansa

Il presidente della Repubblica peruviano, Pedro Castillo, ha denunciato come "illegale" la perquisizione della sua residenza ordinata dalla Procura generale. Attraverso un messaggio alla Nazione, ha avvertito che "c'e' un settore (della politica e della societa') che trama per destabilizzare l'ordine democratico in Peru'". "I peruviani - ha quindi detto - sono testimoni della continua attuazione di un piano mediatico che mira a prendere il potere illegalmente e incostituzionalmente. E cosi' il palazzo del governo, e la casa presidenziale, ancora una volta, sono stati violati con una incursione illegale". Per ordine della giustizia, un gruppo di agenti della Procura e della polizia nazionale hanno perquisito la residenza presidenziale cercando di arrestare Yenifer Paredes, cognata del capo dello Stato, accusata di corruzione.