Orsi polari affamati invadono un villaggio, dichiarato lo stato di emergenza

Ben 52 orsi hanno fatto irruzione nel paesino di Belushya Guba, parte dell'arcipelago Novaya Zemlya, insediamento oltre il circolo polare

Orsi polari  affamati invadono  un villaggio, dichiarato  lo stato di emergenza
TiscaliNews

Una massiccia invasione di orsi polari sta seminando il panico in una regione isolata della Russia. Le autorità sono state costrette a introdurre lo stato di emergenza poiché ben 52 orsi hanno fatto irruzione nel paesino di Belushya Guba, parte dell'arcipelago Novaya Zemlya, insediamento oltre il circolo polare che fa capo alla regione di Arkhangelsk.

Panico fra la gente

Lo stato di allerta continua dallo scorso dicembre ma questa è la prima volta che gli animali si presentano in un branco così numeroso. "Io sono qui dal 1983 ma non ho mai visto una cosa del genere", ha raccontato il capo dell'amministrazione di Novaya Zemlya, Zhigansha Musin a Meduza. "La gente - ha aggiunto - ha paura di lasciare le case e teme a mandare i loro figli a scuola e all'asilo".

Vietato l’abbattimento

Gli abitanti locali, però, poiché l'ente per la protezione degli animali non ha dato il via libera all'abbattimento, devono fare di necessità virtù e stanno tentando di allontanare gli animali facendo baccano e usando altri stratagemmi "non letali". Lo strano fenomeno è forse legato agli effetti del cambiamento climatico nelle zone polari e sta forzando gli animali a cercare cibo oltre le loro aree abituali entrando così in contatto con la popolazione umana.