Tiscali.it
SEGUICI

[Il commento] I moderni nichilisti del Terzo Millennio tra radicalismo islamista ed estremismo di destra

I morti delle due moschee ci portano nel lato estremo del pianeta, in Nuova Zelanda. Lontano. Eppure quei morti ci sembrano dei nostri martiri

Guido Ruotolodi Guido Ruotolo   
[Il commento] I moderni nichilisti del Terzo Millennio tra radicalismo islamista ed estremismo di destra

Rivedo le immagini del massacro alle moschee. La realtà si distorce. Sembra di assistere a un videogioco. Fa impressione per questo. Un’orgia di violenza, i colpi sordi dei proiettili del fucile, il labirinto , il respiro e i passi. Sembra irreale e invece è una carneficina di un pazzo criminale.

Non riesco a vedere un disegno politico o una strategia sovranista, nazista, fascista. E non è la prima volta. Anche con le ultime brigate rosse  ho avuto la stessa sensazione, e cioè che i brigatisti ricordavano dei serial killer politici. Assassini. Null’altro.

Questo, alla fine degli anni Novanta del secolo scorso. E nel mentre deflagravano le guerre regionali, prima l’Iraq poi l’Afghanistan e ancora l’Iraq e poi la Siria. Decapitazioni di ostaggi, kamikaze, l’Europa insanguinata e martoriata perché la guerra asimmetrica fatta di attacchi terroristici alle metropolitane (Londra e Madrid e poi Parigi), alle stazioni, producevano senso di fragilità e perdita identitaria.

Ma anche quella stagione è finita e ha lasciato il posto ai killer solitari che loro nobilitano chiamandoli kamikaze e martiri dell’islam. E invece sono, al pari dei folli americani, dei giovani studenti che entrano nei campus universitari e aprono il fuoco all’impazzata, i moderni nichilisti del terzo millennio.

Forse alcuni dicono anche la frase che nell’immaginario collettivo è la firma del terrorista islamico: “Allah Akbar”. Ma in realtà la sensazione è che si tratti di una generazione di disperati che cercano una motivazione per suicidarsi.

Sono i moderni nichilisti del Terzo Millennio che oscillano tra radicalismo islamista ed estremismo di destra. Sono i due fenomeni esplosi anche nel cuore dell’Europa che interrogano e ci interrogano.

I morti delle due moschee ci portano nel lato estremo del pianeta, in Nuova Zelanda. Lontano. Eppure quei morti delle moschee ci sembrano dei nostri martiri.

 

Guido Ruotolodi Guido Ruotolo   

I più recenti

Biden, Netanyahu (Ansa) e il nemico, Khamenei (Wikipedia)
Biden, Netanyahu (Ansa) e il nemico, Khamenei (Wikipedia)
Attacco nel centro commerciale a Sydney: il cliente eroe affronta l'aggressore. Video
Attacco nel centro commerciale a Sydney: il cliente eroe affronta l'aggressore. Video

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...