Navalni, prove link Cremlino-Manafort

Navalni, prove link Cremlino-Manafort
di Ansa

(ANSA) - MOSCA, 8 FEB - Il blogger e oppositore Alexei Navalni ha pubblicato una video-inchiesta in cui sostiene che l'oligarca russo Oleg Deripaska ha fatto da tramite tra l'ex capo della campagna elettorale del presidente americano Donald Trump, Paul Manafort, e un alto funzionario russo, Serghei Prikhodko, vice premier del governo nonché "eminenza grigia" del cerchio magico di Vladimir Putin. Deripaska e Prikhodko, stando a quanto pubblicato da Navalni, si sono infatti visti nell'agosto del 2016 a bordo di uno yacht dell'oligarca e con la scusa di una battuta di pesca (accompagnati da diverse escort) hanno discusso di "affari americani". Navalni ha scoperto tutto grazie a una delle escort, Nastia Rybko, che ha pubblicato foto e video di quel viaggio sul suo account Instagram (dandone inoltre conto in un libro, 'Diario di come sedurre un milionario', benché in questo caso cambiando nomi proprio e luoghi). Navalni ha accusato Prikhodko di corruzione e ha chiesto a Putin di "licenziarlo".