Nagorno-Karabakh Amnesty, Armenia usa bombe a grappolo

Nagorno-Karabakh Amnesty, Armenia usa bombe a grappolo
di Askanews

Roma, 29 ott. (askanews) - Amnesty International ha verificato per la prima volta l'uso di bombe a grappolo vietate dall'Armenia nell'attuale conflitto del Nagorno-Karabakh, a seguito di un attacco alla città di Barda in Azerbaigian.Ieri (28 ottobre 2020), verso le 13.30 ora locale, uno o più razzi Smerch sono stati lanciati su Barda, colpendo un quartiere residenziale vicino a un ospedale. L'ufficio del procuratore generale azero ha dichiarato che almeno 21 persone sono state uccise, con una stima di 70 feriti in più.Il lancio di munizioni a grappolo in aree civili è crudele e spericolato Gli esperti di Crisis Response di Amnesty International hanno verificato le immagini (scattate dai giornalisti di Vice News in città) di frammenti di munizioni a grappolo 9N235 di razzi 9M55 Smerch di fabbricazione russa, che sembrano essere stati lanciati nella città dalle forze armene."Il lancio di munizioni a grappolo in aree civili è crudele e sconsiderato e provoca morte, ferite e miseria indicibili", ha affermato Marie Struthers, Direttore regionale di Amnesty International per l'Europa orientale e l'Asia centrale."Mentre questo conflitto continua a intensificarsi, le forze armene, appoggiate dagli armeni e azere sono state tutte colpevoli di usare armi vietate che hanno messo in pericolo la vita dei civili intrappolati."Le munizioni a grappolo sono armi intrinsecamente indiscriminate e il loro uso in qualsiasi circostanza è vietato dal diritto internazionale umanitario. Chiediamo nuovamente a entrambe le parti di smettere immediatamente di usare le munizioni a grappolo e di dare la priorità alla protezione dei civili ".Il 5 ottobre, Amnesty International ha identificato munizioni a grappolo M095 DPICM che sembrano essere state sparate dalle forze azere nella città di Stepanakert, capitale regionale del Nagorno-Karabakh.La scorsa settimana, Amnesty International ha anche chiesto che sia l'Armenia che l'Azerbaigian interrompano immediatamente l'uso di armi pesanti esplosive con effetti su vasta area in aree civili densamente popolate.