Moscovici: preferibile andare rapidi sulla procedura per l'Italia

Codice da incorporare:
di Askanews

Bruxelles, 12 giu. (askanews) - L'Europa tira dritto nei confronti dell'Italia sulla procedura d'infrazione. Si valuteranno eventuali nuovi elementi se saranno presentati ma non si perde tempo: le regole di bilancio vanno rispettate. Parola del commissario europeo agli Affari economici e finanziari, Pierre Moscovici, che in conferenza stampa a Bruxelles ha precisato:"Ho detto la scorsa settimana che le mie porte restano aperte, l'ho detto in italiano, inglese, francese, perché siamo a questo punto: il debito italiano è aumentato del 33% e probabilmente secondo noi passerà a 132% l'anno prossimo del Pil italiano, è uno dei più alti del mondo"."Sono tutti soldi che potrebbero essere investiti in crescita, lavoro, è un obiettivo fondamentale per l'economia ed è nell'interesse dell'Italia risolvere questo problema ed è per questo che la Commissione insiste sulla riduzione del debito italiano, e siamo molto seri, stiamo andando avanti con tutti i passi necessari".Nello specifico, parlando dei successivi passi per attivare la procedura ha chiarito: "Andare più veloci sarebbe meglio, noi continuiamo ad impegnarci a applicare le nostre regole di bilancio in maniera intelligente perché è così che abbiamo sempre agito ma nessuno dovrebbe avere dubbi del fatto che applicheremo queste regole, se i criteri non sono soddisfatti". E Moscovici ha concluso: "Ora chiaramente la palla è nel campo italiano, abbiamo bisogno di vedere un percorso credibile per il 2019 e il 2020. Restiamo pronti a prendere in considerazione eventuali nuovi elementi che l'Italia potrà presentare, ma non perdiamo tempo".