Morto Kobzon, il 'Frank Sinatra russo'

Morto Kobzon, il 'Frank Sinatra russo'
di Ansa

(ANSA) - MOSCA, 30 AGO - E' morto il cantante Iosif Kobzon, noto come il "Frank Sinatra russo". Kobzon, 80 anni, era malato di cancro e dal 2015 era sotto sanzioni Ue per la crisi ucraina. Dal 1997 era deputato della Duma con il partito di Putin 'Russia Unita'. Kobzon era un'icona dei tempi dell'Urss ed era spesso invitato a eventi ufficiali per intonare canzoni patriottiche e militari. Si era esibito per le forze armate sovietiche in Afghanistan negli anni Ottanta e per quelle russe in Siria nel 2016. Kobzon era nato nel 1937 a Chasiv Yar, nel Donbass. Nel 2015, in un concerto a Donetsk, principale città della zona in mano ai separatisti filorussi dal 2014, cominciò lo spettacolo con queste parole: "Siamo forti e la gente ci teme. Facciamogli avere paura". Finì così sotto sanzioni Ue. Già nel 1995 gli era stato ritirato un visto Usa per presunti legami con la criminalità che lui ha sempre negato.