Tiscali.it
SEGUICI

Ragazza di 25 anni muore per aver mangiato troppe proteine

La giovane bodybuilder da mesi seguiva una dieta speciale per prepararsi a competizione

TiscaliNews   
Ragazza di 25 anni muore per aver mangiato troppe proteine
La ragazza morta per aver consumato troppe proteine

Una bodybuilder australiana di 25 anni, Meegan Hefford, è morta per aver consumato troppe proteine. Stava seguendo una dieta rigida con cibi ricchi di proteine per partecipare ad una competizione di bodibuilding a settembre, ma non sapeva, come hanno scoperto i medici dopo il suo decesso, di soffrire di una malattia rara che non permette al corpo di scomporre le proteine. A riportare l'episodio è il quotidiano inglese The Independent.

Era madre di 2 figli

La giovane donna, madre di due figli e istruttrice paramedico, è stata trovata incosciente nel suo appartamento e poi trasportata in ospedale, dove è morta due giorni più tardi. La dieta che stava seguendo era ad alto dosaggio proteico, con frullati, integratori e cibi ricchi di proteine. La sua malattia genetica, il disturbo del ciclo dell'urea, colpisce circa una persona su 8.000, ma molti non sanno di averla. E' causata da errori congeniti nel sistema di eliminazione dell'ammoniaca, che finisce per accumularsi nel sangue, così come si accumula fluido nel cervello, causando danni cerebrali e anche la morte.

La familgia chiede maggiori controlli

La famiglia di Meegan chiede ora maggiori restrizioni sui supplementi e le polveri proteiche. "La vendita di questi prodotti deve essere maggiormente regolamentata. Mia figlia andava in palestra due volte al giorno per prepararsi a questa gara, ma da giugno aveva iniziato a sentirsi letargica e 'strana'", racconta Michelle White, madre della ragazza, che non aveva idea che la figlia stesse assumendo questo tipo di integratori.

TiscaliNews   

I più recenti

Meta offrirà corsi in tecnologia a 20mila giovani carioca
Meta offrirà corsi in tecnologia a 20mila giovani carioca
Navalny, madre Lyudmila: ho visto Aleksey ma non mi danno la salma
Navalny, madre Lyudmila: ho visto Aleksey ma non mi danno la salma
Il G20, 'accesso umanitario a Gaza e cessate il fuoco'
Il G20, 'accesso umanitario a Gaza e cessate il fuoco'
Media,l'esercito ha lasciato ospedale Nasser di Khan Yunis
Media,l'esercito ha lasciato ospedale Nasser di Khan Yunis

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...