Il Royal Wedding “segreto” di Beatrice porta il primo italiano a Buckingham Palace

La figlia del Principe Andrea ha sposato Edoardo Mapelli Mozzi, immobiliarista a Londra, lontano dai riflettori

La principessa Beatrice e Edoardo Mapelli Mozzi
La principessa Beatrice e Edoardo Mapelli Mozzi nel giorno del loro matrimonio

La riservata e piccola Capella di Ognissanti dentro al parco di Windsor, a Londra, a due passi dal castello dove la Regina Elisabetta II vive da quando è scoppiata la pandemia, lo scorso fine settimana ha ospitato un insolito evento: il matrimonio segreto della Principessa Beatrice. Nessuna pompa reale, niente carrozza coi cavalli, niente bagno di folla, niente fotografi, niente tv. Nessuno era al corrente di nulla. Più che un matrimonio, una riunione carbonara.

Matrimonio posticipato

Il coronavirus ha impedito l’eccessiva copertura mediatica, e l’eccitazione collettiva, che si accompagna di solito a ogni Royal Wedding della corona inglese. Ma le misure sanitarie sono una foglia di fico. Il matrimonio, che originariamente era previsto per lo scorso maggio, era già prevista fin dall’inizio in tono minore. La 31enne principessa Beatrice è la figlia del Principe Andrea, fratello de Principe Carlo e secondogenito della Regina.

Lo scandalo che ha coinvolto il padre della sposa

Lo scorso anno Andrea è stato travolto dallo scandalo di Jeffrey Epstein, il miliardario americano accusato di pedofilia e suicidatosi in carcere. Dopo una disastrosa intervista alla BBC, Andrea è stato costretto a ritirarsi dalla vita pubblica, in attesa degli sviluppi giudiziari dello scandalo. Con la spada di Damocle di una possibile accusa di pedofilia e una reputazione già compromessa, l’ultima cosa che Beatrice potesse augurarsi per il suo matrimonio era l’esposizione mediatica con un così imbarazzante genitore.

Cambio di programma

Il piano originario era di una cerimonia nella Cappella Reale di St James’s Palace, la residenza dei reali accanto a Buckingham Palace con soli 150 invitati. Ma anche la versione ridotta è stata abolita, questo sì causa pandemia. E cosi quello di Beatrice è stato un Royal Wedding sui generis: rispetto ai due cugini William e Harry, i cui matrimoni sono stati degli eventi globali, la sua cerimonia è stata fatta di nascosto. Lo stesso Principe Andrea, pur presente, è stato eliminato dalle (poche) foto pubbliche fatte circolare.

La presenza della regina e del pricipe Filippo

Il colpo di scena è stata la presenza della Regina e del principe Filippo, che hanno preso la scena dei divorziati genitori di Beatrice, Andrea e Sarah Ferguson. Una “bomba” mediatica è stata soprattutto l’apparizione di Filippo: il quasi centenario consorte della Regina ha finalmente fatto una comparsa dal vivo dopo mesi di insistenti voci su una sua scomparsa, alimentata da un deterioramento dello stato di salute, e anche dal suo auto-esilio nella residenza di campagna reale di Sandringham. L’apparizione al matrimonio, e pure con una bella cera, ha risollevato i sudditi. Ma gli esperti di gossip reale hanno fatto notare come il Principe fosse da anni ai ferri corti con la Duchessa di York, ex moglie di Andrea a madre di Beatrice. E dunque l’ultimo posto dove ci si sarebbe aspettato di vederlo per la sua prima uscita pubblica da molto tempo era il matrimonio della figlia della odiata cognata.

Il primo italiano a Buckingham Palace

Ma al di là della cronaca rosa, la vera notizia per l’Italia è che per la prima volta un italiano entra a Buckingham Palace. Lo sposo della Principessa, 31 anni, è Edoardo Mapelli Mozzi, 37enne italianissimo imprenditore con base a Londra. Il rampollo ha radici aristocratiche: è figlio del Conte Alessandro Mapelli Mozzi, nobile italiano ed atleta olimpico britannico: il fidanzamento era stato annunciato lo scorso settembre. E’ un unicum: nella millenaria storia della corona inglese, che risale a Guglielmo Il Conquistatore nel 1066, nessun italiano ha mai fatto parte della monarchia britannica. Mapelli Mozzi, 37 anni, che a Londra fa l’investitore immobiliare, non riceverà però alcun titolo nobiliare.

La corona britannica si adegua ai tempi

“La monarchia britannica sta capendo che non è più possibile fare matrimoni chiusi, solo con la nobiltà - nota William Hanson, il guru inglese dei reali - come è successo per secoli”. E da questo punto di vista, il matrimonio della Principessa Beatrice si inserisce perfettamente nel filone iniziato nel 2011 con il Royal Wedding tra William e Kate Middleton: Kate è inglese ma è una “commoner”, non è una nobile, viene dalla “plebe” dei sudditi. Harry, poi, ha sposato addirittura un’americana, Meghan Markle, altra rivoluzione per la corona britannica. E adesso arriva un terzo “esterno” e anch’esso cittadino straniero. Il neo sposo ha già un figlio, il piccolo Wolfie di 4 anni, avuto da una precedente relazione con Dara Huang. La principessa diverrà dunque anche madre adottiva. Un’altra picconata alla millenaria diga della monarchia più prestigiosa del mondo.