Tiscali.it
SEGUICI

[L'analisi] Il dramma dei profughi non è solo umanitario ma militare e politico

È il solito piagnisteo all'italiana: prendere come scusa le colpe degli altri, e la Francia ne ha tante, in primo luogo avere distrutto la Libia di Gheddafi, e trasformarle in assoluzione per la propria incapacità di agire

Alberto Negridi Alberto Negri   
[L'analisi] Il dramma dei profughi non è solo umanitario ma militare e politico

La zona Sar libica, il tratto di mare di competenza di Tripoli, è inesistente, i profughi vengono tenuti in campi disumani e i trafficanti di uomini, come li chiamano, sono in realtà gli stessi capi libici che non intervengono su una fonte di reddito delle milizie della Tripolitania e del Fezzan: tutte cose che si sanno. Quindi la soluzione è politica o militare, o entrambe.

Siccome il governo Sarraj non esiste, l’unica alternativa è il generale Khalifa Haftar che si sta impadronendo anche del Fezzan, il Sud della Libia. Inutile girare intorno al problema.

Il nostro ministero degli Esteri pensa che Haftar, appoggiato da Egitto, Russia, Francia ed Emirati, non sia una soluzione ma parte del problema: però non è in grado di dare una soluzione alternativa.

Il vicepremier Di Maio sostiene che le responsabilità dell'emergenza migratoria è della Francia, a causa dello sfruttamento delle sue colonie africane. Ma Di Maio è un orecchiante di cose che scrivo da anni (e non solo io ovviamente) sul franco Cfa (il 50-60% delle riserve valutarie di 13 Paesi africani sono depositate al Tesoro di Parigi) ma che le colpe francesi adesso assolvano noi dal cercare della soluzioni non è una soluzione.

È il solito piagnisteo all'italiana: prendere come scusa le colpe degli altri _ e la Francia ne ha tante, in primo luogo avere distrutto la Libia di Gheddafi _ e trasformarle in assoluzione per la propria incapacità di agire e di cambiare drasticamente la prospettiva con cui guardiamo la Libia.

Ci siamo impantanati in Tripolitania per alcune evidenti ragioni: lì ci sono gran parte dei nostri interessi energetici e di quelli dell'Eni. Da Tunisi abbiamo portato a Tripoli Sarraj, con il cappello dell’Onu, sperando che fosse l'uomo giusto ma in realtà è un personaggio assai vulnerabile, ostaggio delle milizie e dei Fratelli Musulmani sostenuti da Turchia e Qatar. Bisogna avere il coraggio di rendersi conto di avere sbagliato cavallo. I Fratelli Musulmani sono la parte perdente di questa fase delle vicende mediorientali e del mondo arabo-musulmano e i favori che abbiamo fatto ai gruppi islamisti non sono serviti a stabilizzare la Libia. Questi sono i fatti, il resto sono chiacchiere.

Alberto Negridi Alberto Negri   
I più recenti
Nato, l'arrivo all'Eliseo del segretario generale Stoltenberg
Nato, l'arrivo all'Eliseo del segretario generale Stoltenberg
Netanyahu, 'resta il nostro sostegno al piano accolto da Biden'
Netanyahu, 'resta il nostro sostegno al piano accolto da Biden'
Zelensky al nuovo capo delle guardie, 'fare pulizia'
Zelensky al nuovo capo delle guardie, 'fare pulizia'
Tajani chiede rilascio visti per familiari Satnam in India
Tajani chiede rilascio visti per familiari Satnam in India
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...