L'Ue sarà a Summit della democrazia di Biden, senza Ungheria

L'Ue sarà a Summit della democrazia di Biden, senza Ungheria
di Askanews

Bruxelles, 3 dic. (askanews) - I portavoce della Commissione europea hanno risposto con un un certo imbarazzo, oggi a Bruxelles, alle domande dei giornalisti sul mancato invito dell'Ungheria al "Summit mondiale sulla democrazia", organizzato dal presidente Usa Joe Biden il 9 e 10 dicembre. Sono stati invitati e parteciperanno tutti i paesi membri e le istituzioni Ue, a parte l'Ungheria, esclusa e trattata alla stregua di paesi non democratici come Russia e Cina.Budapest ha reagito mettendo il suo veto, mercoledì scorso, durante una riunione dei rappresentanti permanenti degli Stati membri presso l'Ue, a una dichiarazione congiunta del Consiglio da portare al vertice di Biden. Ma questo non impedirà alla presidente della Commissione, Ursula von der Leyen, di parteciparvi.Von der Leyen rappresenta la Commissione, non gli Stati membri, e non ha dunque bisogno di un consenso esplicito dei Ventisette per esprimersi.La situazione è più complicata per il presidente del Consiglio europeo Charles Michel, che generalmente parla a nome dei leader di tutti gli Stati membri; ma è già successo che siano state pubblicate delle dichiarazioni della presidenza del Consiglio europeo, quando non si poteva emettere una posizione comune dei Ventisette a causa del veto di un governo. Michel sembra comunque intenzionato a partecipare al vertice, anche se non è ancora stato confermato ufficialmente."La presidente della Commissione prenderà parte giovedì pomeriggio, in videoconferenza, al Summit per la democrazia organizzato dal presidente Joe Biden", ha annunciato oggi il portavoce capo dell'Esecutivo comunitario, Eric Mamer, durante il briefing quotidiano per la stampa.Von der Leyen, ha aggiunto il portavoce, "è stata invitata come presidente della Commissione a co-presidere la seconda sessione del vertice dei leader. Perciò, si esprimerà a nome della Commissione con un intervento introduttivo e nelle conclusioni, e nel frattempo modererà la sessione".Ai giornalisti che chiedevano se l'Esecutivo Ue fosse deluso per il fatto che al vertice non saranno rappresentati tutti i Ventisette, il portavoce capo ha replicato: "La presidente è stata invitata a co-presiedere la sessione, ed è molto felice di farlo. Non abbiamo ulteriori commenti da fare sulla lista degli invitati, che dipende dagli organizzatori dell'evento, non da noi"."Noi non abbiamo comenti sulle prerogative di un paese partner riguardo agli inviti che decide", ha ripetuto Mamer in risposta ad altre domande, mentre la Nabila Massrali, portavoce dell'Alto Rappresentante per la Politica estera e di sicurezza comune Josep Borrell, ha ricordato che "gli Stati membri hanno la facoltà di bloccare una dichiarazione del Consiglio Ue, usando il loro diritto di veto".L'Ungheria, insomma, ha bloccato la dichiarazione congiunta dell'Unione, ma non può certo attendersi che tutti gli altri paesi membri e delle istituzioni europee Ue, invitati da Biden, rinuncino ad esprimersi al Summit della democrazia per solidarietà con il regime "illiberale" di Budapest.